La Thailandia migliora la classifica nell’indice dei viaggi musulmani e prevede di rendere la Thailandia un HUB di viaggi halal

Nazionale —

Secondo Chai Watcharong, portavoce dell'ufficio del primo ministro tailandese, la Thailandia si è classificata al 32° posto tra le destinazioni popolari per i viaggiatori musulmani nel Mastercard-Crescent Rating Global Muslim Travel Index (GMTI) 2024.

Il signor Chai ha affermato che la Thailandia si è classificata al 5° posto tra i paesi non musulmani (Non-OIC), e il primo ministro Srettha Thavisin sta capitalizzando questo risultato accelerando i piani per ospitare eventi e attività per attirare più turisti musulmani.

Chai ha affermato che Srettha mira a rendere la Thailandia un hub per le industrie halal in tutte le dimensioni, compresi cibo, turismo, moda e soft power. Il signor Srettha è soddisfatto della classifica GMTI e ha incaricato le agenzie competenti di ospitare più eventi turistici rivolti al mercato musulmano.

Chai ha aggiunto che si prevede che il mercato dei viaggi musulmani crescerà in modo significativo nel 2024, con circa 168 milioni di viaggiatori musulmani in tutto il mondo, un aumento del 5% rispetto ai livelli pre-COVID-19.

Ha detto che la Thailandia è considerata un paese bellissimo e un pioniere nel settore degli alimenti e dei prodotti halal. Poiché il paese ha già diverse comunità musulmane, esso fornisce un ambiente amichevole per i turisti musulmani, ha affermato il signor Chai.
-=-=-=-=-=-=-=–=-=-=-=-=-=-=-=

Hai un suggerimento sulle notizie generali, un comunicato stampa, una domanda, un commento, ecc? Non siamo interessati alle proposte SEO. Scrivici a Tips@ThePattayanews.com

Sottoscrivi
Mira a Tanakorn
Il traduttore di notizie locali presso The Pattaya News. Aim è un ventiquattrenne che attualmente vive a Bangkok. Interessato alla traduzione inglese, alla narrazione e all'imprenditorialità, crede che il duro lavoro sia una componente indispensabile di ogni successo in questo mondo.