L'associazione delle imprese di ristorazione sollecita il primo ministro tailandese a fornire urgenti stimoli economici per prevenire ulteriori chiusure

Nazionale —

Il 1° luglio 2024, Sorathep Rojpotjanaruch, presidente della Thai Restaurant Business Association, ha inviato una lettera al primo ministro thailandese Srettha Thavisin, sollecitando l'immediata considerazione di misure di stimolo economico per prevenire ulteriori chiusure di ristoranti.

La chiusura di molti ristoranti è dovuta all’attuale grave recessione economica, con la diminuzione del potere d’acquisto dei thailandesi, l’aumento dei costi delle materie prime come le verdure fresche e le bollette elettriche elevate.

Nel 2019, prima della pandemia di COVID-19, il fatturato totale del settore della ristorazione tailandese era di circa 420 miliardi di baht, pari al 7% del PIL del paese. Da allora i costi di produzione sono aumentati di circa il 50%, con un aumento dei costi delle materie prime del 20-30%, compresi articoli essenziali come glutammato monosodico, latticini e altri ingredienti principali, ha affermato Sorathep.

Inoltre, nel 2024, si prevede che il settore della ristorazione crescerà del 4-5%, con una crescita che raggiungerà gli obiettivi nel primo trimestre. Tuttavia, la crescita è stagnante da aprile e le chiusure di ristoranti sono continuate.

Ad esempio, un noto ristorante a buffet ha visto i suoi profitti nel primo trimestre crollare di oltre 143 milioni di baht, ha detto Sorathep. I piccoli venditori ambulanti e i ristoranti delle PMI faticano a sopravvivere a causa delle limitate risorse finanziarie.

L'Associazione chiede misure urgenti da parte del governo tailandese per stimolare l'economia e sostenere il settore della ristorazione, dai venditori di cibo di strada ai ristoranti delle PMI, per prevenire ulteriori devastazioni.

Le misure urgenti proposte includono:

  1. Revisione delle leggi obsolete: modificare la legge che vieta la vendita di bevande alcoliche nei ristoranti tra le 2:5 e le 1972:XNUMX, un regolamento in vigore dal XNUMX.
  2. Ridurre le tasse sulla proprietà: abbassare le tasse sulla proprietà per le attività di ristorazione, che sono già gravate da molteplici tasse, inclusa un’aliquota fiscale sulla proprietà in progressivo aumento.
  3. Implementare misure di stimolo alla spesa:

– Per le PMI: consentire ai privati ​​di detrarre fino a 20,000 baht in tasse per le spese con ricevute adeguate e alle imprese fino a 100,000 baht.

– Per il grande pubblico: fornire 2,000 baht a persona per tre mesi, su un’app di portafoglio digitale, da spendere esclusivamente per gli acquisti di cibo, dai venditori ambulanti ai ristoranti delle PMI.

L’associazione spera che queste misure forniranno il sollievo tanto necessario e contribuiranno a sostenere il settore della ristorazione in questi tempi difficili, ha osservato Sorathep.

Sottoscrivi
Kittisak Phalaharn
Kittisak ha una passione per le uscite, non importa quanto sarà dura, viaggerà con uno stile avventuroso. Per quanto riguarda i suoi interessi per il fantasy, i generi polizieschi nei romanzi e nei libri di scienze sportive fanno parte della sua anima. Lavora per Pattaya News come l'ultimo scrittore.