Il primo ministro tailandese ha presentato una campagna nazionale per rendere ogni città una destinazione imperdibile

COMUNICATO STAMPA:

Il primo ministro Srettha Thavisin ha svelato una campagna nazionale per rendere ogni città una destinazione “da visitare”. Attraverso la politica “IGNITE TOURISM THAILAND”, la strategia è progettata per trasformare la Thailandia in un importante centro turistico globale con infrastrutture, trasporti e logistica migliorati.

Per garantire che i benefici del turismo siano distribuiti uniformemente in tutta la nazione, il governo ha introdotto piani per stabilire percorsi turistici interconnessi che collegano le principali città con le città vicine.

Tra queste ricordiamo la Strada Culturale Lanna che collega Chiang Mai con Lamphun e Lampang; il sentiero patrimonio dell'UNESCO che collega siti storici come Sukhothai a Kamphaeng Phet; la NAGA Legacy Route attraverso le province nordorientali; la rotta Paradise Islands nelle isole Andamane meridionali; e il percorso The Wonder of Deep South che mostra la cultura unica delle province più meridionali della Thailandia.

Queste iniziative sono inquadrate nel concetto “5 cose da fare in Thailandia”, che incoraggia i turisti a sperimentare la cultura tailandese attraverso la cucina locale, i siti culturali, le attrazioni nascoste, l’artigianato locale e varie attività sportive.

Durante la sua visita nella provincia di Chiang Mai oggi (8 giugno), il primo ministro Srettha Thavisin ha espresso fiducia nella capacità della strategia di aumentare efficacemente il numero di turisti, citando il ruolo di ciascuna città come porta d'accesso ad attrazioni culturali, storiche e naturali uniche.

Il precedente è un comunicato stampa del dipartimento PR del governo tailandese.

Sottoscrivi
Goongnang Suksawat
Goong Nang è un traduttore di notizie che ha lavorato professionalmente per diversi organi di informazione in Tailandia per molti anni e ha lavorato con The Pattaya News per più di quattro anni. È specializzato principalmente in notizie locali per Phuket, Pattaya e anche in alcune notizie nazionali, con particolare attenzione alla traduzione dal tailandese all'inglese e lavorando come intermediario tra giornalisti e scrittori di lingua inglese. Originario di Nakhon Si Thammarat, ma vive a Phuket e Krabi tranne quando fa il pendolare tra i tre.