Il primo ministro tailandese nega lo schieramento di agenti di pattuglia cinesi in Thailandia: lo definisce un errore di comunicazione

Nazionale-

Alle 5:00 (ora locale di San Francisco), il 13 novembre 2023, il signor Srettha Thavisin, il primo ministro tailandese, ha pubblicamente negato la dichiarazione della signora Thapanee Kiatphaibool, il governatore dell'Autorità del turismo della Thailandia (TAT), sul governo thailandese che ha inviato agenti di pattuglia cinesi nelle zone turistiche della Thailandia.

“La polizia tailandese deve essere incaricata esclusivamente dei compiti di pattuglia. Anche se gli agenti di polizia tailandesi scambiano informazioni sui crimini con la polizia cinese, cosa che si ritiene dia più fiducia ai turisti cinesi, ciò non significa che il governo tailandese consentirebbe alla polizia cinese di circolare per le strade tailandesi.

È una questione di cattiva comunicazione”, ha affermato il primo ministro tailandese.

Leggi la precedente dichiarazione della signora Thapanee Kiatphaibool, governatore di TAT.

Srettha ha inoltre aggiunto che non c'erano dettagli sul dispiegamento di pattuglie di polizia cinesi in Thailandia, tuttavia, è stato riferito solo che condividevano informazioni criminali su atti illegali da un gruppo di cinesi a cinesi in Thailandia.

Srettha ha affermato con forza di non aver mai discusso dello schieramento delle forze cinesi in Thailandia l'incontro diplomatico con il presidente cinese. La questione deve essere chiara a tutte le parti, ha concluso Sretta.

Kittisak Phalaharn
Kittisak ha una passione per le uscite, non importa quanto sarà dura, viaggerà con uno stile avventuroso. Per quanto riguarda i suoi interessi per il fantasy, i generi polizieschi nei romanzi e nei libri di scienze sportive fanno parte della sua anima. Lavora per Pattaya News come l'ultimo scrittore.