Messaggi contrastanti sulla polizia cinese che assiste la polizia tailandese, nessuna pattuglia, solo condivisione di informazioni

Tailandia-

Con una mossa insolita, la polizia cinese si unirà alla polizia tailandese nelle zone turistiche per pattugliare nel prossimo futuro per aumentare la fiducia dei turisti, ha affermato il direttore dell'Autorità per il turismo della Thailandia. Tuttavia, una successiva dichiarazione di un portavoce al Primo Ministro ha negato che avrebbe avuto luogo qualsiasi pattugliamento e solo che le due forze condividerebbero le informazioni.

L'annuncio è stato fatto per la prima volta oggi, domenica 13 novembre 2023, da Thapanee Kiatphaibool, direttore dell'Autorità per il turismo della Thailandia. Ciò ha fatto seguito all'incontro di oggi con il primo ministro tailandese Srettha Thavisin all'aeroporto internazionale di Suvarnabhumi.

Secondo Thapanee, martedì 15 novembre avrà luogo un incontro con l'ambasciata cinese, al quale parteciperanno i massimi funzionari della polizia tailandese, della polizia turistica e del Central Intelligence Bureau per definire i dettagli del piano. I luoghi esatti dove la polizia cinese pattuglierebbe non sono stati ancora resi noti, ma sarebbero aree in cui i turisti cinesi si radunano in gran numero, ha detto Thapanee. I media TPN sottolineano che posti come Pattaya e Phuket sarebbero quasi certamente nella lista.

Thapanee ha affermato che la mossa insolita era necessaria per ripristinare la fiducia dei turisti cinesi nella loro sicurezza in Thailandia, danneggiato da diversi fattori negli ultimi mesi, inclusa una grande sparatoria di massa in un centro commerciale in cui una delle vittime è stata un turista cinese. Inoltre, un film popolare in Cina, No More Bets, in cui cittadini cinesi vengono indotti a recarsi all’estero per lavori legittimi nel sud-est asiatico e poi costretti a lavorare nel gioco d’azzardo online illegale in condizioni orribili da trafficanti di esseri umani, ha danneggiato gravemente anche il turismo.

Thapanee ha aggiunto che questo programma non è inaudito né il primo a livello globale, con la polizia cinese e italiana che in precedenza aveva un programma simile che da allora è terminato. Il programma non è stato esente da critiche, osserva TPN, ma è durato diversi anni.

Thapanee ha concluso dicendo che avere la polizia cinese in pattuglia con quella tailandese farà sentire più sicuri non solo i turisti cinesi ma anche i turisti provenienti da molti altri paesi, che, secondo lui, hanno fiducia nel sistema di polizia cinese.

L’annuncio ha portato a discussioni e dibattiti furiosi, in gran parte negativi, online, nota TPN. In effetti, ciò ha portato a una dichiarazione tardiva da parte di Chai Watcharong, sportavoce del primo ministro tailandese, il quale ha affermato che le due forze avrebbero condiviso solo informazioni, soprattutto riguardanti criminali cinesi, ma la polizia cinese non pattuglia attivamente.

TPN continuerà a tenere d'occhio questa storia.

Adam Judd
Mr. Adam Judd è comproprietario di TPN Media da dicembre 2017. È originario di Washington DC, America, ma ha vissuto anche a Dallas, Sarasota e Portsmouth. Il suo background è nelle vendite al dettaglio, nelle risorse umane e nella gestione delle operazioni e da molti anni scrive di notizie e Thailandia. Vive a Pattaya da oltre nove anni come residente a tempo pieno, è ben noto a livello locale e visita il paese come visitatore abituale da oltre un decennio. Le sue informazioni di contatto complete, comprese le informazioni di contatto dell'ufficio, sono disponibili nella nostra pagina Contattaci di seguito. Storie inviare un'e-mail a Editor@ThePattayanews.com Chi siamo: https://thepattayanews.com/about-us/ Contattaci: https://thepattayanews.com/contact-us/