La legge contro i conti bancari Mule entra ufficialmente in vigore in Tailandia

Nazionale —

La nuova legge per combattere l'uso dei conti bancari da parte di truffatori e bande di call center è ufficialmente entrata in vigore in Thailandia.

D'ora in poi, le persone coinvolte nel facilitare l'acquisizione di conti bancari, carte elettroniche, portafogli elettronici o carte SIM per criminali saranno soggette a 3 anni di reclusione e una multa fino a 300,000 baht o entrambi, prevede la nuova legge.

La legge consente inoltre alle istituzioni finanziarie, agli operatori commerciali e agli operatori di servizi di telecomunicazione di condividere informazioni in caso di sospette attività criminali. Inoltre, le banche sono autorizzate ad agire rapidamente e sospendere temporaneamente i conti bancari per sette giorni se si ritiene che siano collegati a transazioni sospette, come il riciclaggio di denaro.

Nel caso in cui le vittime segnalino transazioni sospette a istituzioni finanziarie e imprese, queste ultime sono obbligate a sospendere immediatamente le transazioni temporaneamente e a richiedere alle vittime di sporgere denuncia alla polizia entro 72 ore. Inoltre, devono notificare agli istituti finanziari o alle imprese che hanno ricevuto i fondi trasferiti di congelare le transazioni.

Inoltre, le persone che aiutano a ottenere conti bancari, carte elettroniche, portafogli elettronici, carte SIM o pubblicizzano questi servizi possono subire gravi ripercussioni legali, tra cui la reclusione fino a cinque anni, una multa che va da 200,000 a 500,000 baht, o entrambi.

La nuova legge funge da deterrente per prevenire attività fraudolente e proteggere l'integrità delle istituzioni finanziarie, secondo un annuncio ufficiale.
-=-=-=-=-=-=-=–=-=-=-=-=-=-=-=

Vuoi fare pubblicità con noi o richiedere informazioni sulla promozione della tua attività, evento, beneficenza o evento sportivo? Scrivici a Sales@ThePattayanews.com

Mira a Tanakorn
Il traduttore di notizie locali presso The Pattaya News. Aim è un ventiquattrenne che attualmente vive a Bangkok. Interessato alla traduzione inglese, alla narrazione e all'imprenditorialità, crede che il duro lavoro sia una componente indispensabile di ogni successo in questo mondo.