L'inquinamento atmosferico continua a causare problemi in Thailandia, il governo dice che stanno lavorando sul problema

Tailandia -

Il governo thailandese, secondo loro, sta risolvendo i problemi di inquinamento da polveri PM 2.5 e sollecitando le persone a evitare le attività all'aperto.

Venerdì (10 marzoth) Il signor Anucha Burapachaisri, vice segretario generale del primo ministro, ha dichiarato alla stampa: “Secondo il dipartimento per il controllo dell'inquinamento, i livelli di polvere PM 2.5 a Bangkok e nelle aree limitrofe hanno continuato ad aumentare oggi. Tuttavia, dopo domani (11 marzoth), l'inquinamento atmosferico a Bangkok e nelle aree limitrofe diminuirà a causa del vento e contribuirà a rimuovere la polvere dalle aree problematiche. Tuttavia, durante il 14 marzoth a marzo 16th è probabile che la polvere venga spazzata via da altre aree fino a Bangkok”.

“Nel frattempo, i livelli di inquinamento da polvere in diciassette province settentrionali stanno aumentando fino al 14 marzoth. L'inquinamento atmosferico nelle parti settentrionali della Thailandia sarà alleviato entro due settimane", ha aggiunto Anucha.

“Le persone dovrebbero indossare maschere per il viso ed evitare attività all'aperto. I bambini, gli anziani e le persone che hanno problemi di salute personale dovrebbero essere più consapevoli della loro assistenza sanitaria personale ", ha osservato Anucha.

“Il governo thailandese ha prestato attenzione all'inquinamento da polveri PM 2.5 a Bangkok, nelle aree vicine e in altre parti della Thailandia. Stiamo cercando di risolvere il problema con tre misurazioni principali che stanno aumentando la gestione dell'area, per prevenire e ridurre le fonti di inquinamento ed esplorare soluzioni per risolvere l'inquinamento atmosferico ", ha spiegato Anucha.

I media di TPN osservano che Chiang Mai è stata la numero uno al mondo ieri, 9 marzo, per inquinamento atmosferico sulla base degli indici AQI online.

TPN rileva inoltre che i critici dell'inquinamento atmosferico hanno continuamente affermato che il semplice "vietare" l'incendio dei campi di canna da zucchero, una delle principali fonti di inquinamento, non risolverebbe il problema senza formazione e soluzioni alternative fornite agli agricoltori dal governo thailandese, nonché esecuzione contro l'acquisto di canna da zucchero bruciata da potenziali acquirenti.

La versione originale di questo articolo è apparsa sul nostro sito gemello, The TPN National News, di proprietà della nostra casa madre TPN media.

-=-=-=-=-=-=-=–=-=-=-=-=-=-=-=

Non dimenticare di iscriverti alla nostra newsletter e ricevere tutte le nostre novità in un'unica e-mail giornaliera senza spam. Clicca qui! OPPURE, inserisci la tua e-mail qui sotto!

Aiutaci a sostenere il Phuket Express nel 2023!

Hai bisogno di un'assicurazione medica o di viaggio per il tuo viaggio in Thailandia? Possiamo aiutare!

Sottoscrivi
Goongnang Suksawat
Goong Nang è un traduttore di notizie che ha lavorato professionalmente per diverse testate giornalistiche in Tailandia per molti anni e ha lavorato con The Pattaya News per cinque anni. È specializzato principalmente in notizie locali per Phuket, Pattaya e anche in alcune notizie nazionali, con particolare attenzione alla traduzione dal tailandese all'inglese e lavorando come intermediario tra giornalisti e scrittori di lingua inglese. Originario di Nakhon Si Thammarat, ma vive a Phuket e Krabi tranne quando fa il pendolare tra i tre.