L'uomo di Pattaya cerca di rubare la moto a un'adolescente e viene picchiato, incolpa la psicosi indotta dalla marijuana, dice la polizia

Pattaya -

Un uomo presumibilmente guidato dall'influenza della marijuana ha cercato di rubare una moto a una studentessa adolescente ed è stato picchiato dal fratello maggiore.

La polizia di Nong Prue ha ricevuto un rapporto di un uomo che ha causato un trambusto nel villaggio 1 di Eakmongkol situato nel sottodistretto Nongprue di Pattaya del distretto di Banglamung intorno alle 10:9 di giovedì XNUMX febbraio, e ha risposto alla scena.

Molti abitanti del villaggio erano sulla scena, circondando il sospetto identificato solo come Ju. Il 19enne ha riportato contusioni e sanguinamento. La polizia ha detto a The Pattaya News che Ju sembrava stordito, confuso e non riusciva a parlare correttamente. Presente sulla scena anche una studentessa di 14 anni non identificata, che ha accusato il sospettato di aver tentato di rubarle la moto.

La ragazza ha dichiarato che mentre era in sella alla sua moto per cenare, Ju si è precipitato giù dal suo appartamento, è saltato sulla sua moto e ha detto "Per favore, dammi la tua moto".

Il Pattaya News osserva che quattordici anni non sono abbastanza grandi per guidare legalmente in Thailandia.

Poi è scoppiata una piccola lite per la moto e la ragazza ha iniziato a urlare. Ju era spaventato ed è fuggito al centro della strada e si è arrampicato sul retro di un camioncino di passaggio. Ha quindi deciso di lanciarsi a 100 metri dal luogo dell'incidente ed è stato catturato dal fratello della studentessa che si è precipitato in aiuto della sorellina.

Secondo quanto riferito, il fratello non identificato ha picchiato Ju per la frustrazione, spingendo gli abitanti del villaggio a chiamare la polizia per fermare il combattimento.

Durante una perquisizione, gli agenti hanno trovato un piccolo sacchetto di marijuana nella tasca di Ju. L'uomo è stato quindi trasportato in una stazione di polizia dove in seguito ha confessato alla polizia di Pattaya di aver fumato marijuana, facendolo entrare in psicosi e vedendo un'allucinazione di un uomo che entrava nella sua stanza e tentava di inseguirlo. Questo ha spaventato il sospetto, quindi ha cercato di rubare una moto per scappare dall'illusione.

Ju ha detto che normalmente non commetterebbe mai un crimine e ha attribuito l'incidente alla sua psicosi.

Suo padre, che è arrivato alla stazione dopo aver appreso dell'arresto di suo figlio, ha sostenuto l'affermazione di suo figlio, dicendo che anche suo figlio era malato di mente e soffriva di depressione.

Il papà, che ha chiesto di non rivelare il suo nome, ha pregato la studentessa e suo fratello di non sporgere denuncia, cosa che hanno acconsentito. Il padre ha promesso che si sarebbe preso più cura di suo figlio e lo avrebbe ricoverato in ospedale per curare la sua malattia mentale e la dipendenza da cannabis.
-=-=-=-=-=-=-=-=-===-=-=-=–=–=–=–==-

Non dimenticare di iscriverti alla nostra newsletter e ricevere tutte le nostre novità in un'unica e-mail giornaliera senza spam. Clicca qui! OPPURE, inserisci la tua e-mail qui sotto!

Mira a Tanakorn
Il traduttore di notizie locali presso The Pattaya News. Aim è un ventiquattrenne che attualmente vive a Bangkok. Interessato alla traduzione inglese, alla narrazione e all'imprenditorialità, crede che il duro lavoro sia una componente indispensabile di ogni successo in questo mondo.