Il ministro della sanità pubblica thailandese assicura che non ci sarà alcun blocco quando la Cina riaprirà i confini

Nazionale —

Il ministro thailandese della sanità pubblica ha annunciato martedì 3 gennaio che la Thailandia non implementerà il blocco o regolamenti rigidi in risposta all'allentamento delle dure restrizioni di viaggio che entreranno presto in vigore in Cina domenica prossima.

Il signor Anutin Charnvirakul ha detto ai giornalisti di aver deciso in una riunione con il comitato per gli affari medici che la Thailandia non attuerà alcuna misura specifica contro gli arrivi cinesi, poiché il paese dispone già di misure efficaci.

Per quanto riguarda i test per il coronavirus, il signor Anutin ha affermato che è "non necessario", aggiungendo che in caso di problemi medici, lasciamo che sia il Dipartimento per il controllo delle malattie, responsabile della prevenzione e della sorveglianza delle malattie, a determinare le misure necessarie senza danneggiando il sistema economico del Paese.

Quando gli è stato chiesto se fosse preoccupato per il nuovo ceppo del coronavirus che sta provocando il caos in Cina, Anutin ha risposto con sicurezza che si fida dei professionisti medici thailandesi.

Ha detto: “La Thailandia è in grado di controllare efficacemente la diffusione del virus, delle malattie e dei decessi meglio di altri paesi. Il sistema sanitario thailandese non è inferiore a quello di nessun altro e, rispetto ad altri paesi con tassi di infezione e mortalità più elevati, stiamo reggendo bene".

Il ministro ha continuato affermando che “i vaccini disponibili in Thailandia possono ancora creare immunità. Incoraggio i thailandesi a farsi una dose di richiamo contro il Covid per avere l'immunità".

Anutin ha affermato che non ci sarà "nessun blocco", ma ha anche affermato che non vi è alcuna garanzia che non ci sarà una recrudescenza dell'epidemia, quindi le persone dovrebbero continuare a prendere precauzioni come indossare maschere e praticare l'allontanamento sociale per aiutare a prevenire la diffusione del coronavirus.

“Raccomando alle persone di farsi vaccinare quando ne hanno la possibilità. Ciò può aiutare notevolmente a ridurre il rischio di malattie gravi o morte a causa del virus", ha affermato il ministro della sanità pubblica.

Nel frattempo, il primo ministro Gen Prayut Chan-o-cha è uscito martedì 3 gennaio per assicurare al pubblico che la Thailandia ha già misure efficaci per accogliere i viaggiatori cinesi.

Il generale Prayut ha dichiarato alla stampa: “La gente non dovrebbe farsi prendere dal panico perché le misure preventive e il sistema sanitario della Thailandia sono di prim'ordine. Inoltre, gli arrivi cinesi porteranno molte entrate nel Paese”.

Ha inoltre esortato il pubblico a mettere in pratica ciò che ha appreso dalla gestione passata dell'epidemia e a mantenere precauzioni regolari per mantenersi al sicuro.

Ha detto: "Molti paesi vedono la Thailandia come un modello nella gestione della pandemia di Covid-19 e dovremmo mantenere questo standard".

-=-=-=-=-=-=-=-=-===-=-=-=–=–=–=–==-

Partecipa alla discussione nel nostro gruppo Facebook https://www.facebook.com/groups/438849630140035/o nei commenti qui sotto.

L'ultimo traduttore di notizie locali su The Pattaya News. Aim è un ventiduenne che attualmente vive e studia il suo ultimo anno di college a Bangkok. Interessato alla traduzione in inglese, alla narrazione e all'imprenditorialità, crede che il duro lavoro sia una componente indispensabile di ogni successo in questo mondo.