La dichiarazione ministeriale congiunta dell'APEC del 2022

Dal Ministero degli Affari Esteri tailandese. Non sono state apportate modifiche a questa dichiarazione.

1. Noi, Ministri della Cooperazione Economica Asia-Pacifico (APEC), ci siamo incontrati a Bangkok, Thailandia, il 17 novembre 2022, sotto la presidenza di SE Don Pramudwinai, Vice Primo Ministro e Ministro degli Affari Esteri della Thailandia, e SE Sig. Jurin Laksanawisit, Vice Primo Ministro e Ministro del Commercio della Thailandia.

 

2. Abbiamo accolto con favore la partecipazione dell'APEC Business Advisory Council (ABAC), dell'Associazione delle nazioni del sud-est asiatico (ASEAN), del Pacific Economic Cooperation Council (PECC) e del Pacific Islands Forum (PIF).

 

3. Ribadiamo il nostro forte impegno verso il raggiungimento della APEC Putrajaya Vision 2040, anche attraverso l'attuazione del Piano d'azione Aotearoa, per realizzare una comunità dell'Asia-Pacifico aperta, dinamica, resiliente e pacifica entro il 2040, per la prosperità di tutti la nostra gente e le generazioni future.

 

4. Quest'anno, nell'ambito del tema APEC 2022 “Open. Collegare. Equilibrio.", abbiamo portato avanti il ​​nostro lavoro attraverso tre priorità, promuovere il commercio e gli investimenti aperti a tutte le opportunità, ricollegare la regione in tutte le dimensioni e guidare l'APEC verso una crescita equilibrata, inclusiva e sostenibile attraverso approcci come il Bio- Economia verde circolare (BCG).

 

5. Durante il nostro incontro, abbiamo deliberato sui risultati dell'APEC nel 2022 nell'ambito delle priorità di quest'anno, fornito indicazioni sul nostro lavoro futuro e discusso la via da seguire per l'APEC.

 

PRIORITÀ 1: APERTA A TUTTE LE OPPORTUNITÀ

6. Mentre emergiamo dalla pandemia di COVID-19, il commercio e gli investimenti svolgono un ruolo fondamentale e indispensabile nell'accelerare la ripresa economica globale e nel rigenerare la crescita e possono contribuire positivamente a migliorare i mezzi di sussistenza, ridurre la povertà e promuovere uno sviluppo economico sostenibile. Adotteremo politiche commerciali ed economiche più equilibrate e inclusive e ribadiremo la nostra determinazione a creare un ambiente commerciale e di investimento libero, aperto, equo, non discriminatorio, trasparente, inclusivo e prevedibile. Continueremo i nostri sforzi per mantenere le catene di approvvigionamento funzionanti, sicure e resilienti. Continueremo a lavorare per garantire condizioni di parità per promuovere un ambiente commerciale e di investimento favorevole e riaffermare il nostro impegno a mantenere aperti i mercati e ad affrontare le interruzioni della catena di approvvigionamento.

 

7. Quest'anno, abbiamo anche assistito alla guerra in Ucraina che ha avuto un ulteriore impatto negativo sull'economia globale. C'è stata una discussione sulla questione. Abbiamo ribadito le nostre posizioni espresse in altre sedi, tra cui il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite e l'Assemblea generale delle Nazioni Unite, che, nella risoluzione n. ES-11/1 del 2 marzo 2022, adottata a maggioranza (141 voti a favore, 5 contrari, 35 astenuti, 12 assenti) deplora con la massima fermezza l'aggressione della Federazione Russa contro l'Ucraina e ne chiede il ritiro completo e incondizionato dal territorio dell'Ucraina. La maggior parte dei membri ha condannato fermamente la guerra in Ucraina e ha sottolineato che sta causando immense sofferenze umane e aggravando le fragilità esistenti nell'economia globale: limitando la crescita, aumentando l'inflazione, interrompendo le catene di approvvigionamento, aumentando l'insicurezza energetica e alimentare e aumentando i rischi per la stabilità finanziaria. Ci sono stati altri punti di vista e diverse valutazioni della situazione e delle sanzioni. Riconoscendo che l'APEC non è il forum per risolvere i problemi di sicurezza, riconosciamo che i problemi di sicurezza possono avere conseguenze significative per l'economia globale.

 

8. Promuoveremo ulteriormente l'integrazione economica nella regione in modo orientato al mercato, anche attraverso il lavoro sull'agenda dell'area di libero scambio dell'Asia-Pacifico (FTAAP) che contribuisce a impegni regionali globali e di alto livello. Riconosciamo gli utili contributi della Dichiarazione di Lima e della Roadmap di Pechino sull'avanzamento dell'agenda FTAAP. A questo proposito, ricordiamo le deliberazioni della riunione dei ministri responsabili del commercio (MRT) dell'APEC del 2022 e accogliamo con favore una conversazione aggiornata sull'ALS nella pandemia di COVID-19 e oltre. A tal fine, accogliamo con favore il piano di lavoro dell'agenda FTAAP in risposta agli impegni dei leader nella visione di Putrajaya 2040 e nel piano d'azione di Aotearoa per portare avanti i lavori sull'agenda FTAAP. Sottolineiamo l'importanza della collaborazione tra forum e dell'impegno con altre parti interessate economiche. Incarichiamo i funzionari di riferire i progressi nell'attuazione del piano di lavoro alla riunione ministeriale dell'APEC (AMM) negli anni successivi. Prendiamo atto dell'invito di ABAC ad accelerare l'integrazione economica regionale agendo tempestivamente sul piano di lavoro. Continueremo inoltre i nostri sforzi nel rafforzamento delle capacità per migliorare le capacità di negoziazione commerciale delle economie.

 

9. Riaffermiamo l'importanza e ci impegniamo a sostenere e rafforzare ulteriormente il sistema commerciale multilaterale basato su regole, con al centro l'Organizzazione mondiale del commercio (OMC). Riconosciamo l'importante ruolo del sistema commerciale multilaterale per sostenere la ripresa economica dalle sfide globali, in particolare attraverso la facilitazione della circolazione e dell'accesso al cibo, nonché ai beni e servizi essenziali legati alla pandemia di COVID-19. Accogliamo con favore i risultati positivi della dodicesima conferenza ministeriale dell'OMC (MC12) tenutasi dal 12 al 17 giugno 2022 a Ginevra, in Svizzera. A questo proposito, ci impegniamo a lavorare in modo costruttivo per implementare pienamente i risultati dell'MC12. Lodiamo il ruolo dell'OMC e la invitiamo a continuare il suo lavoro per promuovere una crescita sostenibile e inclusiva. Continueremo a lavorare per risultati positivi alla tredicesima conferenza ministeriale (MC13). Continueremo a dare il nostro sostegno attraverso la nostra leadership e il nostro ruolo di incubatori di idee. Notiamo inoltre con apprezzamento il sostegno di ABAC al rafforzamento del sistema commerciale multilaterale.

 

10. Accogliamo con favore la Dichiarazione ministeriale sulla risposta dell'OMC alla pandemia di COVID-19 e sulla preparazione a future pandemie. Accogliamo inoltre con favore la decisione ministeriale sugli aspetti commerciali dei diritti di proprietà intellettuale (TRIPS), in cui entro sei mesi dalla data della decisione, i membri dell'OMC hanno concordato di decidere in merito alla sua estensione per coprire la produzione e la fornitura di Diagnostica e terapia del COVID-19. Lodiamo il lavoro dell'OMC sulla sostenibilità ambientale a sostegno dell'SDG 14.6 e accogliamo con favore la decisione ministeriale sull'accordo sui sussidi alla pesca che vieta i sussidi che contribuiscono alla pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata (INN), i sussidi relativi agli stock sovrasfruttati e i sussidi alla pesca in alto mare non regolamentato. A questo proposito, notiamo che il gruppo di negoziazione dell'OMC sulle regole continuerà i negoziati sulla base delle questioni in sospeso al fine di formulare raccomandazioni all'MC13 per disposizioni aggiuntive che consentirebbero di raggiungere un accordo globale sui sussidi alla pesca, anche attraverso ulteriori discipline su determinate forme di pesca sovvenzioni che contribuiscono alla sovraccapacità e alla pesca eccessiva, riconoscendo che un trattamento speciale e differenziato appropriato ed efficace per i membri in via di sviluppo e i membri meno sviluppati dovrebbe essere parte integrante di questi negoziati, e invita le economie dell'APEC così come gli altri membri dell'OMC a compiere il massimo sforzo per presentare tempestivamente i propri strumenti di accettazione del Patto. Accogliamo con favore la Dichiarazione ministeriale sulla risposta di emergenza all'insicurezza alimentare. Accogliamo inoltre con favore la decisione ministeriale sulle esenzioni agli acquisti di cibo del Programma alimentare mondiale (WFP) da divieti o restrizioni all'esportazione, in cui i membri dell'OMC hanno concordato di non imporre divieti o restrizioni all'esportazione di prodotti alimentari acquistati per scopi umanitari non commerciali dal WFP. Accogliamo con favore anche la Dichiarazione ministeriale sulla risposta alle moderne sfide SPS e la Decisione ministeriale sul programma di lavoro sul commercio elettronico, la Decisione ministeriale sul programma di lavoro sulle piccole economie e la Decisione ministeriale sulla non violazione del TRIPS e sui reclami relativi alla situazione.

 

11. Riconosciamo l'importanza dei sistemi agricoli e alimentari globali, sostenuti dalle regole dell'OMC, che portano cibo, fibre e altri prodotti essenziali alle persone di tutto il mondo. Nonostante la sua importanza per garantire la sicurezza alimentare globale e uno sviluppo economico sostenibile, l'agricoltura rimane uno dei settori più protetti nel commercio globale. Riconosciamo la necessità di un risultato significativo sull'agricoltura presso l'OMC, che rifletta i nostri interessi e le nostre sensibilità collettive, al fine di ottenere sostanziali riduzioni progressive del sostegno e della protezione, come previsto nella continuazione del processo di riforma agricola previsto dall'articolo 20 del Accordo dell'OMC sull'agricoltura e mandati esistenti.

 

12. I rispettivi partecipanti membri dell'APEC accolgono con favore la positiva conclusione dei negoziati sulla regolamentazione interna dei servizi, nonché i sostanziali progressi compiuti nell'ambito della JSI sul commercio elettronico e della JSI sulla facilitazione degli investimenti per lo sviluppo.

 

13. Rimaniamo impegnati a lavorare insieme in seno all'OMC per continuare a sostenere la sua riforma necessaria per migliorare tutte le sue funzioni, al fine di garantire che possa affrontare meglio le sfide commerciali globali esistenti ed emergenti. Accogliamo con favore il percorso di riforma concordato all'MC12, compreso l'impegno a condurre discussioni al fine di disporre di un sistema di risoluzione delle controversie pienamente e ben funzionante accessibile a tutti i membri dell'OMC entro il 2024.

 

14. Consapevoli del vasto potenziale che detiene il settore dei servizi, sottolineiamo l'importanza di sforzi continui per attuare la Roadmap per la competitività dei servizi dell'APEC (ASCR) entro il 2025, ribadendo le raccomandazioni nella relazione di sintesi dell'ASCR Mid-Term Review (MTR) nel 2021. Ribadiamo il nostro impegno a rendere la regolamentazione interna dei servizi e la riforma delle politiche a favore dell'apertura, dell'equilibrio, della trasparenza e dell'inclusività come punto centrale dell'agenda di riforma strutturale dell'APEC e a migliorare la sinergia tra l'APEC Internet and Digital Economy Roadmap (AIDER) , la tabella di marcia La Serena per le donne e la crescita inclusiva (2019-2030) e l'agenda APEC rafforzata per le riforme strutturali (EAASR). Incarichiamo il Gruppo sui servizi di coordinarsi con il Comitato economico e il Gruppo direttivo sull'economia digitale per esaminare il ruolo della competitività dei servizi all'interno delle rispettive agende di questi forum fino al 2025 e accogliere con favore le iniziative in corso al riguardo. Riconosciamo il maggiore impatto e il recupero più lento dei servizi rispetto ai beni dalla pandemia di COVID-19. Considerando l'importanza di politiche solide e tempestive per garantire una ripresa sostenibile e inclusiva dalla pandemia e rafforzare la resilienza contro futuri shock economici, riconosciamo la necessità di valutare la ripresa dalla pandemia nella regione dell'APEC e accogliamo con favore la decisione sul monitoraggio della ripresa dalla pandemia nell'ambito dell'ASCR.

 

15. Ci impegniamo a creare un ambiente normativo solido e prevedibile e a promuovere le buone pratiche normative e la cooperazione normativa internazionale per facilitare ulteriormente il commercio e gli investimenti e promuovere una maggiore trasparenza, prevedibilità e interoperabilità nella regione. Diamo il benvenuto al 15th Conferenza sulle buone pratiche di regolamentazione, incentrata sull'uso della tecnologia digitale e sulle buone pratiche di regolamentazione per sostenere una ripresa economica rapida, resiliente, inclusiva, sostenibile, verde e innovativa. Continueremo ad attuare attivamente tutti e quattro i pilastri del EAASR e a collaborare al terzo piano d'azione sulla facilità di fare impresa (EoDB), che si concentra sull'incoraggiare una crescita inclusiva e resiliente, in particolare per le donne e le MPMI, nonché per aggiornare il piano d'azione Piano per allineare la misurazione dei nostri progressi con le migliori pratiche internazionali.

 

16. Riconosciamo l'importante ruolo della scienza, della tecnologia e dell'innovazione (STI) nel guidare la crescita economica e lo sviluppo sostenibili in questa era digitale. Lavoreremo per promuovere un ambiente favorevole per le tecnologie nuove ed emergenti, anche attraverso la ricerca e lo sviluppo, la condivisione delle conoscenze e lo sviluppo delle capacità, e rileveremo l'importante ruolo svolto dal settore privato e dal mondo accademico a tale riguardo. Ribadiamo il nostro impegno a promuovere i diritti di proprietà intellettuale attraverso politiche e programmi che supportano e promuovono l'innovazione e la creatività nell'economia digitale per aumentare i benefici economici.

 

PRIORITÀ 2: CONNETTITI IN TUTTE LE DIMENSIONI

17. Dopo anni di COVID-19, è fondamentale ricollegare la regione in tutte le dimensioni.
Rimaniamo impegnati a far progredire l'agenda della connettività APEC, anche attraverso l'attuazione dell'APEC Connectivity Blueprint verso un'Asia-Pacifico connessa e integrata in modo continuo e completo, rafforzando la connettività fisica, istituzionale e tra le persone. A questo proposito, riaffermiamo l'importanza dello sviluppo e degli investimenti infrastrutturali di qualità.

 

18. Sosteniamo gli sforzi per migliorare la connettività della catena di approvvigionamento e ridurre al minimo le interruzioni della catena di approvvigionamento. Accogliamo con favore e sosteniamo la fase tre del piano d'azione quadro per la connettività della catena di approvvigionamento (SCFAP III). L'agevolazione del commercio è uno strumento vitale per sostenere il flusso efficiente di beni essenziali, compresi i vaccini COVID-19, la diagnostica, le terapie e altri prodotti medici essenziali correlati durante la pandemia di COVID-19. Prendiamo atto della definizione dell'APEC di "servizi legati alla logistica" e incoraggiamo una solida attuazione della Dichiarazione sulla facilitazione della circolazione dei beni essenziali, della Dichiarazione sulle catene di approvvigionamento del vaccino COVID-19 e della Dichiarazione sui servizi a supporto della circolazione dei beni essenziali . Rimaniamo impegnati ad accelerare l'attuazione dell'accordo di facilitazione degli scambi dell'OMC, in particolare delle disposizioni relative al rilascio tempestivo ed efficiente di beni essenziali.

 

19. La rapida ascesa dell'economia digitale offre enormi opportunità economiche e apre la strada al conseguimento di una crescita sostenibile, inclusiva e innovativa. Riaffermiamo il nostro invito ad accelerare l'attuazione di AIDER, che dà la priorità alle azioni sulla crescita economica inclusiva, compresa la facilitazione del commercio elettronico e la promozione della cooperazione nel commercio digitale. Incoraggiamo le economie a incubare iniziative di cooperazione più all'avanguardia e complete sull'economia digitale.

 

20. Sottolineiamo la necessità di rafforzare la connettività digitale e far avanzare la trasformazione digitale per facilitare ulteriormente il commercio. Accogliamo con favore i progressi compiuti nella digitalizzazione dei processi di sdoganamento delle frontiere, nonché lo sviluppo e l'attuazione di misure di facilitazione del commercio senza carta, compresi i pagamenti elettronici e l'accettazione della documentazione elettronica. Proseguiremo il nostro lavoro sulla cooperazione portuale e di frontiera e sull'interoperabilità dello sportello unico, anche esplorando l'uso di nuove tecnologie e soluzioni innovative, per migliorare e semplificare le procedure doganali e di sdoganamento portuale.

 

21. Continueremo a esplorare nuove aree di potenziale crescita economica nel settore del commercio digitale e del commercio elettronico, oltre a cooperare per facilitare il flusso di dati e rafforzare la fiducia delle imprese e dei consumatori nelle transazioni digitali attraverso, tra l'altro, la cooperazione in materia di regolamentazione approcci che interessano Internet e l'economia digitale, nonché un'adeguata protezione dei consumatori nell'ambiente digitale. Approfondiremo la cooperazione per rafforzare l'infrastruttura digitale e colmare il divario digitale tra e all'interno delle economie e promuovere un ambiente online sicuro e protetto. Dovrebbero essere intensificati gli sforzi per accelerare la trasformazione digitale, migliorare l'alfabetizzazione digitale, rafforzare lo sviluppo delle capacità e promuovere le competenze digitali per costruire la capacità della forza lavoro nell'era digitale. Prendiamo atto del lavoro sulle città intelligenti.

 

22. Continueremo i nostri sforzi per aumentare la partecipazione delle MPMI all'economia digitale e al commercio elettronico. Porteremo avanti progetti che formulano in modo costruttivo raccomandazioni per aiutare le MPMI a prosperare nei mercati del commercio elettronico e raggiungere più consumatori attraverso il commercio elettronico transfrontaliero.

 

23. La ripresa sicura e senza soluzione di continuità dei viaggi transfrontalieri continua a essere una questione critica per la nostra regione mentre emergiamo dalla pandemia di COVID-19, in particolare per quanto riguarda la circolazione degli uomini d'affari e della forza lavoro essenziale, compreso l'equipaggio aereo e marittimo. A questo proposito, lodiamo il lavoro della Safe Passage Taskforce (SPTF) nel coordinare gli sforzi dell'APEC che contribuiscono alla facilitazione dei viaggi transfrontalieri nella regione dell'APEC e accogliamo con favore la continuazione del lavoro sul passaggio sicuro per promuovere la resilienza di fronte al futuro interruzioni. A questo proposito, accogliamo con favore i Principi volontari per l'interoperabilità dei certificati di vaccinazione nella regione APEC. Accogliamo con favore le raccomandazioni dello studio dell'Unità di supporto alle politiche dell'APEC (PSU) su "COVID-19 e mobilità transfrontaliera nella regione dell'APEC: affrontare le incertezze alla frontiera".

 

24. Accogliamo con favore le deliberazioni della dodicesima riunione ad alto livello sulla salute e l'economia e lodiamo gli sforzi delle economie per la condivisione volontaria delle specifiche tecniche sull'interoperabilità dei certificati di vaccinazione e lo sviluppo di un portale informativo per condividere informazioni sul passaggio sicuro, il uso di tecnologie sanitarie innovative e digitali, al fine di garantire viaggi transfrontalieri sicuri e senza interruzioni. Riconosciamo che l'APEC Business Travel Card (ABTC) contribuisce in modo significativo alla facilitazione dei viaggi degli uomini d'affari nella nostra regione. Incoraggiamo le economie a rendere l'ABTC più inclusivo per le MPMI e accogliamo con favore l'adozione e l'accettazione da parte delle economie dell'ABTC virtuale che supporta ulteriormente viaggi transfrontalieri efficienti e senza soluzione di continuità.

 

PRIORITÀ 3: EQUILIBRIO IN TUTTI GLI ASPETTI

25. Tra le crescenti sfide e le perturbazioni che la regione deve affrontare, riaffermiamo gli impegni assunti dai nostri Leader nella Putrajaya Vision 2040 per perseguire una crescita forte, equilibrata, sicura, sostenibile e inclusiva nell'Asia-Pacifico e li realizzeremo in modo audace e reattivo e modo esaustivo. Promuoveremo politiche economiche, cooperazione e crescita che sostengano gli sforzi globali per affrontare in modo completo tutte le sfide ambientali, compresi i cambiamenti climatici, condizioni meteorologiche estreme e disastri naturali, per un pianeta sostenibile.

 

26. Continueremo ad attuare il EAASR ea incoraggiare le economie a compiere passi concreti per attuare le azioni individuate nei piani d'azione individuali (IAP). Accogliamo con favore il rapporto sulla politica economica dell'APEC (AEPR) del 2022 sulla riforma strutturale e una ripresa verde dagli shock economici e incoraggiamo le economie a tener conto delle sue raccomandazioni. Accogliamo con favore gli sforzi vari e continui, nonché il contributo di risorse aggiuntive in tutta l'APEC per sostenere le riforme strutturali che promuovono una crescita verde sostenibile e accogliamo con favore il nuovo fondo a questo proposito. Attendiamo con impazienza l'AEPR del 2023 sulla riforma strutturale e l'ambiente favorevole per un'impresa inclusiva, resiliente e sostenibile.

 

27. Accogliamo con favore le deliberazioni del 29th Riunione dei ministri delle finanze, con particolare attenzione alla promozione della finanza sostenibile e all'uso della digitalizzazione per la politica fiscale e la finanza inclusiva. Incoraggiamo un più stretto coordinamento tra il Comitato economico dell'APEC e il Processo dei ministri delle finanze dell'APEC per promuovere le priorità dell'APEC.

 

28. Continueremo a sostenere la sostenibilità ambientale attraverso il commercio e la cooperazione economica. Accogliamo con favore l'approvazione del piano di lavoro sui beni ambientali dell'APEC per rafforzare ulteriormente la nostra cooperazione nel settore dei beni ambientali. A questo proposito, accogliamo con favore il sostanziale progresso dei lavori di aggiornamento dell'elenco APEC dei beni ambientali 2012 al Sistema armonizzato (HS) 2022 a scopo di riferimento e ribadiamo l'importanza del completamento dei lavori di recepimento il prima possibile. Accogliamo con favore i progressi delle discussioni su come aumentare il commercio di servizi ambientali e relativi all'ambiente, nonché le discussioni sullo sviluppo di raccomandazioni per la potenziale produzione di un elenco di riferimento volontario e non vincolante di beni ambientali nuovi ed emergenti, e incarichiamo i funzionari di continuare questi lavori. A questo proposito, accogliamo con favore il recente lavoro che rafforza la capacità delle economie dell'APEC di programmare gli impegni sui servizi ambientali e relativi all'ambiente.

 

29. Ricordiamo l'impegno dei nostri leader a razionalizzare ed eliminare gradualmente i sussidi inefficienti ai combustibili fossili che incoraggiano il consumo dispendioso, pur riconoscendo l'importanza di fornire ai bisognosi i servizi energetici essenziali. Per raggiungere questo obiettivo, continueremo i nostri sforzi in modo accelerato. Chiediamo ai funzionari di continuare i loro sforzi, per quelle economie membri che sono in grado di farlo, per attuare uno stallo volontario sui sussidi inefficienti ai combustibili fossili. Accogliamo con favore l'uso da parte delle economie fino ad oggi del modello APEC per l'autoidentificazione volontaria di misure di sussidi ai combustibili fossili inefficienti e incoraggiamo altri a farlo.

 

30. Continueremo a lavorare insieme per sostenere transizioni energetiche sostenibili che riducano le emissioni di gas a effetto serra, garantendo al contempo la resilienza energetica, l'accesso e la sicurezza nella regione, anche facilitando gli investimenti nelle attività pertinenti. Accogliamo con favore la particolare attenzione prestata quest'anno all'interconnettività regionale, alle transizioni energetiche e alla crescita sostenibile e inclusiva attraverso l'economia BCG e chiediamo una collaborazione approfondita in questo settore.

 

31. In questo sforzo, faremo in modo che nessuno venga lasciato indietro. Aderiamo alla visione dei nostri leader di promuovere una crescita di qualità che porti benefici tangibili e maggiore salute e benessere a tutti, comprese le MPMI, le donne e altri con un potenziale economico non sfruttato.

 

32. Le MPMI contribuiscono in modo significativo al PIL delle nostre economie, fornendo una base essenziale per l'occupazione e la crescita economica. Rimaniamo pertanto impegnati a globalizzare le MPMI e ad aumentare il loro accesso ai finanziamenti. Accogliamo con favore le deliberazioni del 28th Riunione Ministeriale APEC Piccole e Medie Imprese. Collaboreremo per migliorare le opportunità per le MPMI di essere competitive, specializzate, innovative e aumentare la loro partecipazione ai mercati regionali e globali, nonché la loro integrazione nelle catene di approvvigionamento e del valore globali, sulla base dei risultati dell'agenda d'azione di Boracay per globalizzare le MPMI. Riaffermando la sua importanza, incarichiamo i funzionari di portare avanti l'aggiornamento della Strategia dell'APEC per le MPMI verdi, sostenibili e innovative.

 

33. Accogliamo con favore le deliberazioni dell'APEC Women and the Economy Forum (WEF). Riaffermiamo il nostro impegno ad accelerare la piena attuazione della Roadmap di La Serena per le donne e la crescita inclusiva (2019-2030) per promuovere l'emancipazione delle donne, comprese le donne di diversa estrazione, e promuovere l'uguaglianza di genere e l'inclusione nella nostra regione. Riconosciamo che la maggiore adozione di approcci come l'economia BCG, nonché l'aumento delle piattaforme digitali e l'educazione all'alfabetizzazione e alle competenze digitali possono creare ulteriori percorsi occupazionali per tutte le donne. A tal fine, sottolineiamo l'importanza dell'integrazione della dimensione di genere attraverso la partecipazione piena, equa e significativa delle donne a tutte le attività economiche, nonché alla leadership a tutti i livelli e al processo decisionale, riconoscendo anche la necessità di rimuovere gli ostacoli alla loro partecipazione economica e accogliendo con favore il sforzi continui per utilizzare un approccio di integrazione della dimensione di genere nei pertinenti processi dell'APEC. Riconosciamo l'importanza di promuovere e facilitare la cooperazione nel settore pubblico e privato per aiutare a garantire che le MPMI guidate da donne, comprese quelle guidate da donne di diversa estrazione, possano accedere a capitali e beni sia nei mercati locali che internazionali.

 

34. Pur riconoscendo che tutti i segmenti della società possono contribuire alla ripresa economica e alla crescita, riconosciamo anche la necessità di ridurre le barriere esistenti e promuovere l'inclusione sociale, economica e finanziaria di altri con un potenziale economico non sfruttato, come le popolazioni indigene, se del caso, le persone con disabilità e quelli provenienti da comunità remote e rurali. Chiediamo la continua attuazione dell'agenda d'azione dell'APEC sulla promozione dell'inclusione economica, finanziaria e sociale.

 

35. Le nostre persone devono essere pronte per il futuro del lavoro al fine di raccogliere appieno i vantaggi dei progressi tecnologici. Riconosciamo la necessità di migliorare la qualità dell'istruzione e della formazione professionale, promuovere l'occupazione e il lavoro dignitoso, potenziare gli sforzi di riqualificazione e miglioramento delle competenze e incoraggiare le opportunità di apprendimento permanente per creare una forza lavoro qualificata, produttiva e agile.

 

36. Ribadiamo inoltre l'importanza di raggiungere una copertura sanitaria universale, anche attraverso investimenti sanitari e finanziamenti sanitari per costruire un sistema sanitario forte e resiliente che sia supportato da una forza lavoro sanitaria competente e qualificata e per far progredire la sicurezza sanitaria, che a sua volta promuove la crescita economica e produttività. Riconoscendo il ruolo dell'immunizzazione estensiva contro il COVID-19 come bene pubblico globale, sottolineiamo con forza la necessità di promuovere un accesso equo a vaccini, terapie e diagnostici contro il COVID-19 sicuri, efficaci, di qualità garantita e convenienti.

 

37. Accogliamo con favore il piano di attuazione della tabella di marcia per la sicurezza alimentare verso il 2030, approvato alla settima riunione ministeriale sulla sicurezza alimentare dell'APEC, per la sicurezza alimentare a lungo termine, la sicurezza alimentare e una migliore nutrizione per tutti, nonché per la riduzione delle perdite alimentari e rifiuti nella regione trasformando in modo sostenibile e innovativo i sistemi alimentari. Ci impegniamo a rendere le catene di approvvigionamento alimentare più resistenti alle interruzioni. Incoraggiamo l'uso delle STI nel settore agroalimentare e sosterremo i piccoli agricoltori, in particolare quelli nelle zone rurali, affinché si preparino a questo cambiamento dotandoli delle conoscenze e delle competenze di cui hanno bisogno, comprese le tecnologie digitali, pur continuando a promuovere la loro accesso ai mercati regionali e globali.

 

38. Riconosciamo l'importanza di una gestione efficiente e sostenibile delle risorse naturali e delle politiche agricole nel creare risultati ambientali positivi.

 

39. Sosteniamo la gestione sostenibile e la conservazione delle risorse marine e costiere e la protezione dei nostri oceani. Riconosciamo il ruolo essenziale della pesca e dell'acquacoltura nel garantire la sicurezza alimentare globale e quindi la necessità di garantire la sostenibilità delle risorse ittiche. Rimaniamo impegnati nell'attuazione della tabella di marcia dell'APEC sulla lotta alla pesca INN e della tabella di marcia dell'APEC sui detriti marini. A questo proposito, metteremo in atto misure solide ed efficaci basate sui principi di attuazione del PSMA per prevenire, scoraggiare ed eliminare la pesca INN.

 

40. Accogliamo con favore le deliberazioni dell'Undicesima Riunione dei Ministri del Turismo che hanno evidenziato l'importanza di un turismo rigenerativo che sia sostenibile, inclusivo e resiliente e colleghi l'intero ecosistema turistico, che contribuisca a tutti i tipi di benessere a livello locale, nel rispetto dell'unicità biodiversità e la ricca diversità culturale e conoscenza locale di ogni luogo. Prendiamo atto delle raccomandazioni politiche per il turismo del futuro: turismo rigenerativo e delle linee guida APEC aggiornate per le parti interessate del turismo approvate dall'11th TMM.

 

41. Accogliamo con favore le deliberazioni della Quinta Riunione dei Ministri responsabili delle Foreste. A questo proposito, continueremo il nostro lavoro nella lotta al disboscamento illegale e al commercio associato, migliorando l'uso sostenibile del legno e dei prodotti in legno, promuovendo la gestione sostenibile delle foreste, compreso il commercio legale di legname, che sostiene anche gli sforzi per il cambiamento climatico, tra gli altri.

 

42. Continuiamo a sottolineare la grave minaccia rappresentata dalla corruzione, che mina la responsabilità del governo e la fiducia del pubblico e ostacola la crescita economica. Per facilitare l'attuazione della Convenzione delle Nazioni Unite contro la corruzione, da parte delle economie interessate, siamo determinati ad attuare ulteriormente la Dichiarazione di Pechino sulla lotta alla corruzione e l'Impegno di Santiago per combattere la corruzione e garantire la trasparenza, nonché i Principi dell'APEC sulla prevenzione della corruzione e Applicazione della legge anticorruzione. Riaffermiamo il nostro impegno a negare un rifugio sicuro agli autori di reati di corruzione e ai loro beni illeciti, in conformità con le leggi nazionali, e a combattere la corruzione transfrontaliera. Ci impegniamo a imparare gli uni dagli altri, ad agire concretamente e ad adottare un approccio unitario, anche attraverso la collaborazione con altre organizzazioni internazionali, il settore privato e la società civile, a seconda dei casi. Riaffermiamo il nostro impegno a combattere la corruzione transfrontaliera. Continueremo ad affrontare la corruzione che impedisce l'emancipazione delle donne e riduce le loro opportunità di sviluppo economico.

 

43. Al fine di far avanzare la nostra agenda APEC sulla sostenibilità, accogliamo con favore gli obiettivi di Bangkok sull'economia BCG e li sottoponiamo all'approvazione dei leader. Gli obiettivi di Bangkok sosterranno l'economia BCG come approccio per raggiungere una ripresa inclusiva, equilibrata e sostenibile dal COVID-19, una crescita economica resiliente a lungo termine e obiettivi ambientali e climatici nella regione APEC in modo completo e olistico, creando sinergia in più aree politiche e sulla base degli impegni e dei flussi di lavoro esistenti dell'APEC. Accogliamo con favore anche il lancio dell'APEC BCG Award quest'anno per riconoscere i risultati sulla sostenibilità nella regione e non vediamo l'ora che l'APEC assegni i primi vincitori il prossimo anno.

 

44. Miglioreremo ulteriormente l'APEC affinché sia ​​un'istituzione orientata al futuro e adatta allo scopo di attuare la Visione di Putrajaya 2040, anche attraverso il Piano d'azione di Aotearoa. Sottolineiamo inoltre l'importanza della collaborazione tra forum, così come l'impegno e la sensibilizzazione con le varie parti interessate, compresa la comunità imprenditoriale. Continueremo i nostri sforzi per migliorare la governance e la struttura organizzativa dell'APEC, al fine di realizzare in modo efficiente ed efficace tutti gli elementi della Visione. Sosteniamo fortemente gli sforzi di rafforzamento delle capacità e la cooperazione economica e tecnica all'interno dell'APEC a beneficio di tutti i membri.

 

45. Riconosciamo anche l'importante ruolo della Policy Support Unit (PSU) nel fornire ricerca e analisi per supportare il lavoro dell'APEC. Diamo il benvenuto a Carlos Kuriyama come nuovo direttore del PSU, a partire dal 1° gennaio 2023, e ringraziamo il dottor Denis Hew per il suo eccezionale contributo durante il suo mandato.

 

46. ​​Riconosciamo e apprezziamo il continuo impegno attivo dell'ABAC nel processo APEC e chiediamo di approfondire il loro coinvolgimento nell'APEC a tutti i livelli. Riconosciamo anche i contributi di varie parti interessate durante tutto l'anno, tra cui PECC, ASEAN, PIF e il consorzio dei centri di studio APEC. Incoraggiamo un ulteriore impegno con una gamma più ampia di parti interessate economiche, come le ONG e la società civile, e un maggiore coinvolgimento dei giovani per riflettere l'ampiezza dell'APEC Putrajaya Vision 2040.

 

47. Accogliamo con favore e prendiamo atto della relazione del presidente della riunione degli alti funzionari dell'APEC (SOM) del 2022 e della relazione degli alti funzionari sulla cooperazione economica e tecnica. Approviamo la relazione annuale ai ministri del Comitato per il commercio e gli investimenti. Prendiamo atto anche della relazione del presidente dell'ABAC. Approviamo il bilancio del conto del segretariato APEC 2023 e il livello corrispondente dei contributi dei membri per il 2023. Ringraziamo inoltre i membri per i loro contributi corrispondenti, inclusi i sottofondi generali e specializzati.

 

48. Ringraziamo la Thailandia per aver ospitato l'APEC nel 2022 e accogliamo con favore i preparativi per l'APEC 2023, che sarà ospitato dagli Stati Uniti d'America. Ribadiamo il nostro benvenuto al Perù e alla Repubblica di Corea come ospiti dell'APEC 2024 e 2025, rispettivamente. Non vediamo l'ora di continuare il nostro importante lavoro nella costruzione dell'Asia-Pacifico che aspiriamo a diventare.

Mr. Adam Judd è il comproprietario di TPN media da dicembre 2017. È originario di Washington DC, America, ma ha vissuto anche a Dallas, Sarasota e Portsmouth. Il suo background è nelle vendite al dettaglio, nelle risorse umane e nella gestione delle operazioni e da molti anni scrive di notizie e Thailandia. Vive a Pattaya da oltre otto anni come residente a tempo pieno, è ben noto a livello locale e visita il paese come visitatore abituale da oltre un decennio. Le sue informazioni di contatto complete, comprese le informazioni di contatto dell'ufficio, sono disponibili nella nostra pagina Contattaci di seguito. Per le storie inviare un'e-mail a Pattayanewseditor@gmail.com Chi siamo: https://thepattayanews.com/about-us/ Contattaci: https://thepattayanews.com/contact-us/