Il nuovo regolamento controlla i fiori di cannabis in Thailandia

Tailandia-

È stato emanato un nuovo regolamento per controllare l'uso dei fiori di cannabis per scopi medici e industriali.

Lo ha rivelato alla stampa il vice portavoce del governo di Traisulee Traisaranakul. “Il Ministero della Sanità Pubblica Anutin Charnvirakul ha firmato il regolamento su un'erba controllata (Cannabis) 2565 (2022) che è iniziato oggi (12 novembreth). "

“Il nuovo regolamento è modificato rispetto a quello emanato il 16 giugnoth, 2022. I boccioli di fiori di cannabis vengono controllati per i benefici come erba. Chiunque desideri utilizzare i fiori per lo studio, l'esportazione, la vendita o l'elaborazione per la vendita deve avere un permesso dalle agenzie competenti", ha spiegato la signora Traisulee.

“Non è consentito vendere boccioli di cannabis a persone di età inferiore ai 20 anni, donne incinte o che allattano e studenti. Un'eccezione in queste categorie è per la vendita al personale medico e per scopi medici tradizionali", ha aggiunto la signora Traisulee.

"La vendita di fiori di cannabis tramite distributori automatici, online, in templi, dormitori, parchi pubblici, zoo e parchi di divertimento è vietata, così come tutta la pubblicità commerciale", ha osservato la signora Traisulee.

Il nuovo regolamento vieta inoltre esplicitamente il fumo di fiori di cannabis in tutti i luoghi di lavoro a meno che non sia sotto la giurisdizione e l'autorità di un medico, un medico o un medico tradizionale autorizzato.

Il regolamento non vieta il possesso o il fumo privato di fiori di cannabis per le persone di età superiore ai vent'anni.

Il ministro della Sanità pubblica Anutin Charnvirakul ha dichiarato che i regolamenti inaspriti erano già in una bozza di legge a lungo ritardata che è stata contestata dai politici del governo thailandese. Poiché il disegno di legge non è ancora stato approvato, il Ministero della salute pubblica ha deciso invece di emanare nuove norme.

Gli oppositori della cannabis legale, come i membri del partito politico Pheu Thai, hanno affermato oggi di ritenere che i nuovi regolamenti siano troppo indulgenti e continuano a chiedere che la cannabis sia nuovamente trasformata in un narcotico illegale, il che vieterebbe il possesso, la coltivazione in casa privata e fumare in privato a meno che non sia fatto sotto controllo e approvazione medica.

Hanno anche affermato che i nuovi regolamenti hanno molte aree grigie, sottolineando che non sarebbe difficile per molti dispensari e caffè della cannabis avere un membro del personale medico tradizionale a bordo o nello staff per consentire legalmente di fumare nei locali.

I membri del partito democratico thailandese hanno chiesto che tutti i dispensari e i caffè della cannabis vengano chiusi e riaperti solo se ricevono il permesso appropriato da più agenzie sanitarie e autorizzati come una vera clinica medica.

La maggior parte degli analisti sui social media thailandesi ha affermato che le nuove normative, in particolare in materia di pubblicità e vendita online, erano attese e nulla nelle nuove normative sorprende o chiuderebbe migliaia di dispensari e bar attualmente aperti, sottolineando che gli attuali permessi e licenze operare non erano difficili da ottenere.

=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=–=–=–=–==-

Non dimenticare di iscriverti alla nostra newsletter e ricevere tutte le nostre novità in un'unica e-mail giornaliera senza spam. Clicca qui! OPPURE, inserisci la tua e-mail qui sotto!

Aiutaci a sostenere The Pattaya News nel 2022!

Goong è un traduttore di notizie che ha lavorato professionalmente per diversi organi di informazione in Thailandia per molti anni e ha lavorato con The Pattaya News per tre anni. È specializzato principalmente in notizie locali per Pattaya, Chonburi e Phuket, con enfasi sulla traduzione dal tailandese all'inglese e lavorando come intermediario tra giornalisti e scrittori di lingua inglese. Originario di Nakhon Si Thammarat, ma vive a Phuket e Krabi tranne quando fa il pendolare tra i tre.