Il disegno di legge progressista sugli alcolici del Partito dell'opposizione Move Forward è stato ucciso in terza lettura con 3 voti

FOTO: Notizie tailandesi Pix

Nazionale —

Il Progressive Liquor Bill dell'opposizione Move Forward Party (MFP), che cerca di emendare l'Excise Tax Act per liberalizzare l'industria dei liquori thailandese, ha fallito due volte nella terza lettura in Parlamento ieri, 3 novembre.

Il disegno di legge è stato bocciato con 177 contro 174 al primo turno di votazioni e poi con 196 contro 194 nella seconda votazione per appello nominale. La votazione per appello nominale è stata richiesta dal parlamentare di Bangkok dell'MFP, Natthphong Ruengpanyawut, che ha motivato la necessità di un'altra votazione per confermare i risultati perché il margine di votazione era inferiore a 25 voti.

Questo ha ufficialmente posto fine all'ennesimo disegno di legge dell'opposizione; tuttavia, Pita Limjaroenrat, leader dell'MFP, e Taopiphop Limjittrakorn, deputato dell'MFP e sostenitore chiave del Progressive Liquor Bill, hanno affermato che continueranno a lottare per i diritti dei piccoli produttori di birra e a spingere per modifiche al regolamento ministeriale per la produzione di alcol, nel caso hanno vinto le prossime elezioni generali probabilmente nel maggio 2023 e sono diventati in carica.

Il Consiglio dei Ministri ha emesso regolamenti ministeriali per facilitare il controllo sulla produzione di liquori e birra il 1 novembre, appena un giorno prima che il disegno di legge del MFP, che cerca di alleviare una questione simile, entrasse nella delibera parlamentare il 2 novembre.

Questo è stato ampiamente considerato come una mossa politica da parte del governo per prevenire l'approvazione del disegno di legge della MFP.

Il contenuto dei regolamenti ministeriali comprende:

  • La rimozione dei requisiti per un capitale sociale minimo di 10 milioni di baht per ottenere una licenza per la produzione di birra, vino, spumante e liquori homebrew, nonché una capacità di produzione minima di 100,000 litri all'anno per la produzione di birra
  • L'allentamento delle restrizioni alla creazione di piccole e medie distillerie e all'ottenimento di licenze per produrre non più di 200 litri di liquori all'anno ma non a fini commerciali per gli over 20 e le persone giuridiche

I regolamenti vietano ancora la vendita o la distribuzione di liquori prodotti per il consumo interno.

-=-=-=-=-=-=-=-=-===-=-=-=–=–=–=–==-

Non dimenticare di iscriverti alla nostra newsletter e ricevere tutte le nostre novità in un'unica e-mail giornaliera senza spam. Clicca qui! OPPURE, inserisci la tua e-mail qui sotto!

L'ultimo traduttore di notizie locali su The Pattaya News. Aim è un ventiduenne che attualmente vive e studia il suo ultimo anno di college a Bangkok. Interessato alla traduzione in inglese, alla narrazione e all'imprenditorialità, crede che il duro lavoro sia una componente indispensabile di ogni successo in questo mondo.