La Thailandia annuncia il cambio di zona del colore, la razionalizzazione del passaggio della Thailandia e la riapertura dei luoghi di intrattenimento in alcune aree dal 1 giugno in poi

nazionale –

Il Center for Covid-19 Situation Administration (CCSA) oggi, 20 maggio, ha annunciato il cambio di zona del colore in molte province e la riapertura dei luoghi di intrattenimento nelle province/aree nelle zone verdi e nelle zone pilota turistiche blu, tra cui Bangkok, Phuket, e Chonburi, dal 1 giugno in poi.

Le zone di colore in Thailandia vengono utilizzate per assegnare e delegare restrizioni e misure Covid-19 per provincia, osserva TPN media.

Per quanto riguarda la rizonizzazione, le province nella zona gialla o nella zona ad alta sorveglianza sono ora ridotte da 65 a 46 province. 14 di loro si trovano ora nella Green Zone o nella zona di sorveglianza, vale a dire Chainat, Trat, Nakhon Panom, Nan, Buriram, Phichit, Ang Thong, Maha Sarakam, Yasothorn, Lampang, Surat Thani, Surin, Udon Thani e Amnat Charoen.

Un totale di 17 province/aree sono ora incluse nella Zona Blu o nelle province pilota turistiche, comprese Krabi, Bangkok, Kanchanaburi, Chanthaburi, Chonburi, Chiang Rai, Chiang Mai, Nakhon Ratchasima, Nonthaburi, Narathiwas, Pathumthani, Prachuap Khiri Khan, Phang Nga, Phetchaburi, Phuket, Rayong e Songkhla.

Dopo il cambio di zona, la CCSA ha annunciato la riapertura legale dei luoghi di intrattenimento dal 1° giugno, inclusi bar, pub, sale massaggi soapie, sale karaoke e stabilimenti simili, in tutte le province/aree nelle zone verdi e nelle zone blu, come sopra elencate . Le zone gialle manterranno queste sedi legalmente chiuse, per ora.

TPN osserva che questi locali operano come "ristoranti" convertiti da dicembre 2021 con varie regole e restrizioni.

Dal 1 giugno in poi, tali stabilimenti possono vendere e servire bevande alcoliche e svolgere le proprie attività entro e non oltre la mezzanotte. Gli occhiali non devono essere condivisi e sia i dipendenti che i clienti devono evitare contatti ravvicinati e devono indossare maschere facciali durante tutto il servizio.

I dipendenti, i musicisti, i cantanti e il personale correlato devono essere completamente vaccinati, inclusa la dose di richiamo. Devono condurre un test ATK ogni 7 giorni o quando hanno sintomi sospetti. I datori di lavoro devono eseguire ogni giorno una valutazione del rischio dei propri dipendenti tramite Thai Save Thai (TST) o altre applicazioni di valutazione.

I clienti devono presentare un documento di vaccinazione che indichi che sono completamente vaccinati, prima di utilizzare i servizi. Sia i dipendenti che i clienti devono seguire sempre le misure preventive nell'ambito della Prevenzione universale (UP).

TPN osserva che i governatori delle province e i comitati per le malattie trasmissibili devono accettare le misure e avere la possibilità di rafforzarle se lo desiderano.

Nonostante l'allentamento delle misure, il governo ha annunciato la proroga del decreto di emergenza per altri due mesi, o fino al 31 luglio, in attesa della conferma definitiva dal governo thailandese probabilmente la prossima settimana. Il CCSA ha riferito che l'estensione continuerà fino a quando non sarà implementata nel Regno la ridefinizione del Covid-19 come malattia endemica.

Per quanto riguarda questa designazione di Covid-19 come endemico, il ministro della Sanità pubblica Anutin Charnvirakul ha affermato che la revisione era in corso ma "non c'era alcuna garanzia" che sarebbe stata entro il 1° luglio, come avevano affermato in precedenza alcuni media.

Il Thailand Pass sarà semplificato, ma non ancora rimosso, per i cittadini stranieri dal 1 giugno e rilevato dal Dipartimento per il controllo delle malattie. Secondo il briefing, il processo di richiesta e approvazione sarà "più veloce che mai" fornendo un codice QR subito dopo aver chiesto di portarlo in aeroporto. I cittadini thailandesi, dopo il 1 giugno, non dovranno più utilizzare il Thailand Pass. Rimarrà il requisito assicurativo di almeno 10,000 USD che copre il Covid-19.

I turisti non vaccinati o non completamente vaccinati potranno ora fare un test Covid-19 prima o dopo l'arrivo internazionale e non dovranno più affrontare la quarantena.

I media TPN rilevano che questa è una storia in via di sviluppo e che potrebbero essere apportate modifiche a questo articolo senza preavviso.

 

-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=–=–=–=–==-

Hai bisogno di un'assicurazione Covid-19 per il tuo prossimo viaggio in Thailandia? Clicca qui.

Seguici su Facebook

Unisciti a noi on LINE per gli avvisi di rottura!

 

Scrittore di notizie nazionali presso The Pattaya News. Nata e cresciuta a Bangkok, Nop ama raccontare storie della sua città natale attraverso parole e immagini. La sua esperienza educativa negli Stati Uniti e la sua passione per il giornalismo hanno plasmato i suoi interessi genuini per la società, la politica, l'istruzione, la cultura e l'arte.