Secondo quanto riferito, due principali sospettati dell'omicidio di uno straniero nella villa di Phuket sono già fuggiti dalla Thailandia ma saranno rintracciati per essere perseguiti, afferma la Royal Thai Police

Phuket -

Due principali sospettati, ricercati per aver ucciso un cittadino indiano-canadese in una villa di Phuket, erano già fuggiti dal paese, ha annunciato ieri, 10 febbraio, la polizia reale thailandese.

Il capo della polizia nazionale Suwat Chaengyodsuk ha rivelato ieri alla stampa ulteriori indagini la polizia ha trovato due sospette armi da fuoco che sono state presumibilmente utilizzate per uccidere uno straniero a Phuket a Friendship Beach sull'isola.

Inoltre, i sospetti che sono stati catturati nelle riprese delle telecamere a circuito chiuso che lasciavano la villa sono stati ora identificati come cittadini canadesi, secondo la Royal Thai Police. Secondo quanto riferito, entrambi sono arrivati ​​​​in Thailandia il 18 dicembre come "turisti". Una prova valida dell'immigrazione e se i documenti presentati fossero falsi o meno, era ancora in fase di conferma. Ciò includeva se i passaporti presentati ai funzionari per entrare in Thailandia fossero legittimi o falsi, secondo la Royal Thai Police.

L'indagine ha anche rivelato che uno dei sospetti aveva precedenti penali. Tuttavia, il capo non ha rivelato se qualcuno di loro fosse imparentato con una banda criminale o se in precedenza fosse in conflitto con la vittima. Dichiarò solo che avevano già lasciato il Regno. Inoltre non ha fornito il loro nome o l'identificazione completa, citando un'indagine in corso.

Suwat ha dichiarato: “I due principali sospettati sono fuggiti dalla Thailandia ma conosciamo già il Paese di destinazione. Ci si aspettava che entro 2-3 giorni, la polizia avrebbe raccolto prove sufficienti e richiesto ai tribunali stranieri mandati di arresto per i presunti uomini armati. I due saranno rinviati per un'accusa in Thailandia e ci aspettiamo la piena collaborazione con le autorità straniere".

“Per quanto riguarda chiunque abbia aiutato i due sospetti, crediamo che ci fossero più di due persone. Ma indipendentemente dal fatto che ci fossero persone thailandesi coinvolte o meno, erano necessarie ulteriori indagini". ha concluso Suwat.

-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=–=–=–=–==-

Hai bisogno di un'assicurazione Covid-19 per il tuo prossimo viaggio in Thailandia? Clicca qui.

Seguici su Facebook

Unisciti a noi on LINE per gli avvisi di rottura!

Scrittrice nazionale di notizie presso The Pattaya News da settembre 2020 a ottobre 2022. Nata e cresciuta a Bangkok, Nop ama raccontare storie della sua città natale attraverso parole e immagini. La sua esperienza educativa negli Stati Uniti e la sua passione per il giornalismo hanno plasmato i suoi interessi genuini per la società, la politica, l'istruzione, la cultura e l'arte.