Più di cento clienti sarebbero fuggiti durante un raid della polizia di Pattaya a tarda notte in un presunto luogo di intrattenimento che si spaccia per una "galleria d'arte" a Jomtien

Jomtien/Pattaya-

La polizia di Pattaya stima che più di un centinaio di clienti siano fuggiti la scorsa notte, molti saltando recinzioni, buttandosi nel traffico e arrampicandosi dalle finestre durante un raid in una galleria d'arte che la polizia sostiene essere in realtà un nightclub/luogo di intrattenimento.

Discoteche, bar, pub e locali simili sono stati legalmente chiusi dall'inizio di aprile del 2021 a causa delle precauzioni del Covid-19. Tuttavia, con regole e certificazioni Covid19 rigorose, questi locali sono stati recentemente autorizzati a richiedere di convertirsi temporaneamente in "ristoranti". Alcune delle regole severe, tuttavia, includono un orario di chiusura obbligatorio alle 9 di sera, il test rapido del Covid19 richiesto a tutti i clienti e al personale, e molte altre precauzioni e regole.

Il raid ha avuto luogo alle 22:30 di ieri sera, 13 gennaio 2022, secondo il Col. Kullachart Kullachai della polizia di Pattaya, che ha guidato personalmente il raid al Ma Ha Na Cafe and Art Gallery sulla Second Road a Jomtien vicino a Soi 9. Questo è avvenuto ben dopo l'orario di chiusura obbligatorio delle 9PM.

Secondo il colonnello Kullachart, il personale in servizio ha tentato di rallentare l'ingresso della polizia nel locale, permettendo a circa un centinaio di clienti, sia thailandesi che stranieri, di fuggire attraverso una varietà di uscite laterali e posteriori, con alcuni che sono stati visti arrampicarsi sui muri, saltare fuori dalle finestre e persino correre nel traffico per sfuggire all'incursione.

La polizia di Pattaya, tuttavia, ha detto che erano concentrati sul personale, sulla gestione e sul proprietario del locale e non sui clienti in fuga. Una persona descritta alla stampa come il "custode" del locale, che non è stato immediatamente nominato, è stato arrestato e portato alla stazione di polizia di Pattaya. La polizia ha detto che il locale mostrava chiari segni di assomigliare a un nightclub e di permettere la vendita di alcol e la mancanza di allontanamento sociale e altre regole di Covid19.

La polizia di Pattaya ha detto che ci saranno ulteriori azioni legali, notando che questa non è la prima volta che hanno fatto irruzione e avvertito questo particolare luogo. Alla fine di dicembre, lo stesso locale è stato perquisito per aver presumibilmente infranto le regole di Covid-19 ed essere aperto oltre l'orario di chiusura legale, come si può vedere qui sotto.

https://thepattayanews.com/2021/12/27/art-gallery-cafe-in-jomtien-raided-over-the-holiday-weekend-for-allegedly-holding-a-late-night-christmas-party-acting-as-an-entertainment-venue/

Durante il raid precedente, i clienti sarebbero anche fuggiti. Questa è solo l'ultima di quelle che sono diventate incursioni notturne nei "ristoranti" che presumibilmente violano le severe regole di Covid19 in vigore nella zona. Le regole sono in vigore a causa di un aumento significativo dei casi di Covid19 a Chonburi e Pattaya da Capodanno.

https://thepattayanews.com/2022/01/13/chonburi-led-by-banglamung-with-467-announces-832-new-and-confirmed-cases-of-covid-19-and-one-new-death/

La polizia di Pattaya ha avvertito che se i locali non collaborano, proporrà al governatore di Chonburi e ai funzionari competenti di riportare l'odiato divieto di vendita di alcolici in tutti i ristoranti, che in precedenza durava otto mesi, il che essenzialmente farebbe chiudere completamente i "ristoranti" ancora una volta e purtroppo penalizzerebbe anche i ristoranti regolari.

https://thepattayanews.com/2022/01/13/chonburi-and-pattaya-police-arrest-another-twelve-bar-managers-owners-for-allegedly-violating-closing-time-of-9pm-raids-will-continue/