252 viaggiatori thailandesi e stranieri provenienti da otto paesi dell'Africa meridionale esortati a richiedere immediatamente test RT-PCR gratuiti

Nazionale -

Il Center for Covid-19 Situation Administration (CCSA) ha esortato i visitatori thailandesi e stranieri che viaggiano da otto paesi dell'Africa meridionale dal 15 al 27 novembre a cercare un test RT-PCR gratuito il prima possibile.

Il portavoce della CCSA, il dottor Taweesilp Visanuyothin, ha dichiarato durante il briefing giornaliero con la stampa di oggi, 1 dicembre, che un totale di 255 persone provenienti da otto paesi africani, vale a dire Botswana, Eswatini, Lesotho, Malawi, Mozambico, Namibia, Sudafrica e Zimbabwe, sono arrivati in Thailandia sotto lo schema "Sandbox" dal 15 al 27 novembre. Molti di loro sono arrivati prima dell'attuale preoccupazione per Omicron, motivo per cui sono stati precedentemente ammessi con gli attuali programmi di ingresso e prima del recente divieto dei suddetti paesi.

Di questi, 252 persone sono ancora in Thailandia - tre sono già partite. 11 dei restanti viaggiatori sono rintracciabili tramite applicazioni.

"Pertanto, l'amministrazione thailandese ha invitato tutti i 252 visitatori attuali, sia thailandesi che stranieri, a presentarsi alle autorità e a richiedere gratuitamente i test RT-PCR per individuare la possibile nuova variante Omicron Covid-19", ha dichiarato il dottor Taweesilp.

Finora, 27 paesi sono stati trovati con infezioni della variante Omicron Coronavirus. Le infezioni sono state importate e la maggior parte di esse sono arrivate di ritorno da otto paesi africani.

TPN nota che anche se la variante è preoccupante a causa del numero di mutazioni, la variante è ancora in fase di studio e ci sono informazioni limitate su di essa, anche se l'Organizzazione Mondiale della Sanità chiede una risposta cauta e calma. L'OMS ha anche criticato paesi come la Thailandia che hanno emanato divieti di viaggio, affermando che queste sono reazioni impulsive che non fermeranno la variante.

TPN nota che la CCSA ha anche avvertito che se i 252 viaggiatori non si presentano volontariamente per un test Covid-19, potrebbero essere in violazione delle severe leggi del decreto di emergenza in vigore in Thailandia, che comportano sanzioni importanti come multe elevate e potenziale tempo di prigione.

-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=–=–=–=–==-

Hai bisogno di un'assicurazione Covid-19 per il tuo prossimo viaggio in Thailandia? Clicca qui.

Seguiteci su Facebook

Unisciti a noi su LINE per gli avvisi di notizie!