Il Thai Covid-19 Center approva i test ATK per sostituire la RT-PCR per i viaggiatori internazionali provenienti da paesi a basso rischio, a partire da metà dicembre

Nazionale -

Il Center for Covid-19 Situation Administration (CCSA) della Thailandia ha approvato l'uso dei kit di test ATK per lo screening sanitario tra i visitatori che viaggiano da 63 paesi a basso rischio per sostituire l'uso dei test RT-PCR, a partire dal 16 dicembre.

Il portavoce della CCSA, il dottor Taweesilp Visanuyothin, ha dichiarato durante il briefing quotidiano che i viaggiatori provenienti da paesi idonei che visitano la Thailandia nell'ambito degli schemi "Test & Go" e "Sandbox" sono tenuti a fare un test ATK solo al loro arrivo nel Regno.

I visitatori "Test & Go" si sottoporranno a un solo test ATK appena arrivati in Thailandia e non avranno bisogno di prenotare una stanza in attesa dei risultati. Sono autorizzati a viaggiare immediatamente se il loro risultato Covid-19 è risultato negativo.

I turisti "Sandbox" richiedono ancora un test RT-PCR al loro primo screening sanitario, ma dovranno passare attraverso un test ATK solo se hanno avuto sintomi il giorno 4 o 5 durante la loro quarantena di cinque giorni.

Tuttavia, i certificati di vaccinazione e i risultati negativi della RT-PCR rilasciati 72 ore prima del viaggio sono ancora obbligatori e devono essere presentati agli ufficiali sanitari per tutti i gruppi di viaggiatori.

-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=–=–=–=–==-

Hai bisogno di un'assicurazione Covid-19 per il tuo prossimo viaggio in Thailandia? Clicca qui.

Seguiteci su Facebook

Unisciti a noi su LINE per gli avvisi di notizie!