Gli espatriati di Huay Yai esprimono il loro disappunto per la decisione di mantenere l'insediamento informale nella zona

Huay Yai-

Il comune di Huay Yai avrebbe rilasciato un permesso a quello che i vicini ex-patrioti possono solo descrivere come una baraccopoli, conosciuta anche come un insediamento informale, secondo i residenti che vivono vicino alla comunità in questione.

-=-=-=-=-=-=-==-=-=-
I residenti di Huay Yai sono rimasti sbalorditi dalla decisione di autorizzare più di 20 strutture di latta su 4 rai di ex terreni coltivati a cocco che ospitano lavoratori edili stranieri immigrati, dove non si è potuto vedere alcun lavoro di costruzione immediatamente intrapreso.
-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-
Le strutture di latta sono state erette nel maggio di quest'anno senza un permesso, secondo i residenti ex-patrioti di Huay Yai, essendo quindi uno sviluppo illegale. In seguito alle lamentele dei residenti, gli organizzatori dello sviluppo hanno avuto l'opportunità dal Comune di Huay Yai di richiedere un permesso, piuttosto che ricevere un ordine di demolizione e rimozione che, secondo loro, è quello che i residenti ex-pat interessati ritengono avrebbe dovuto essere il modo corretto di agire.
-=-=-=-=-=-=-=-=-==-=–
La notizia di questa settimana del rilascio del permesso è arrivata come uno shock, causando l'incredulità dei residenti su come il comune abbia potuto dare un permesso a quello che i residenti vicini consideravano un alloggio e servizi di bassa qualità. Inoltre, i residenti delle comunità vicine erano preoccupati per l'attuale pandemia di Covid che è prevalente in molti di questi tipi di campi.
-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=
Un residente espatriato, il cui nome è stato nascosto su richiesta e che per l'articolo sarà indicato come M, ha dichiarato alla stampa:
"La Thailandia non sarà mai in grado di risollevare la sua immagine impoverita e di attirare investimenti stranieri più ricchi finché i comuni continueranno su questa strada".
-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-
Il comune ha dichiarato che il permesso non è rinnovabile e dura solo un anno, ma non ha dichiarato che un altro permesso l'anno prossimo può essere richiesto, secondo M, e come M ha dichiarato:
"Dato che un permesso è stato rilasciato, il Comune non sarebbe in una buona posizione per rifiutare le applicazioni future, sia su questo sito o altri nella zona, noi, quindi, ci aspettiamo che Huay Yai non sia così attraente in futuro o come lo era, che ci ha attirato a vivere qui".
-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=–==
Un commento immediato o una dichiarazione da parte dell'organizzatore dell'insediamento informale, che non è stato specificamente nominato alla stampa, o del comune non era disponibile al momento della stampa.
-=-=-=-=–=-=-=-=-=-=
M e altri residenti preoccupati delle vicine comunità di esuli hanno giurato di continuare a perseguire la questione con il comune locale.
-=-=-=-=-=-=-=-=–=
Il precedente è un contributo di un lettore pubblicato con il pieno permesso e l'autorizzazione di TPN media. Le dichiarazioni, i pensieri e le opinioni delle organizzazioni/individui coinvolti nella presentazione sono interamente loro e non rappresentano necessariamente quelli di TPN media e del suo staff.
Avviso su Facebook per l'UE! Devi effettuare il login per visualizzare e pubblicare i commenti su FB!