La Corte costituzionale della Thailandia giudica legittima la sezione 1448 dei matrimoni eterosessuali, i gruppi per i diritti LGBTQ "delusi"

Bangkok -

La Corte costituzionale ha stabilito oggi, 17 novembre, che la sezione 1448 del Codice civile e commerciale thailandese, che afferma che "un matrimonio può avvenire solo tra un uomo e una donna", è costituzionale secondo la legge costituzionale thailandese.

Questa decisione potrebbe essere una grande battuta d'arresto per molti gruppi di attivisti LGBTQ thailandesi che continuano il loro viaggio verso quelli che chiamano diritti umani fondamentali per consentire legalmente i matrimoni tra persone dello stesso sesso in Thailandia. Diversi gruppi per i diritti umani, gruppi LGBTQ e attivisti hanno espresso il loro disappunto per la sentenza questo pomeriggio sui social media.

Tuttavia, vale la pena notare che il verdetto ha anche affermato che il Parlamento, il Consiglio dei Ministri e le agenzie pertinenti dovrebbero continuare a promulgare leggi per garantire i diritti e i doveri delle persone LGBTQ. Ipoteticamente, questo significa che se il parlamento e i funzionari governativi competenti volessero approvare una nuova legge, potrebbero farlo, ma avrebbero bisogno di passare attraverso le opportune proposte, votazioni e altri processi.

Image

Image

-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=–=–=–=–==-

Hai bisogno di un'assicurazione Covid-19 per il tuo prossimo viaggio in Thailandia? Clicca qui.

Seguiteci su Facebook

Unisciti a noi su LINE per gli avvisi di notizie!

Avviso su Facebook per l'UE! Devi effettuare il login per visualizzare e pubblicare i commenti su FB!