Le autorità di Bangkok discutono il Thai Stop Covid plus e le misure per la somministrazione di alcolici

Bangkok -

Più ristoranti nella capitale con la certificazione "Thai Stop Covid Plus" (TSP+) sono stati autorizzati a servire bevande alcoliche a partire da martedì 16 novembre, sotto requisiti simili a quelli dei locali certificati SHA+, dopo l'approvazione dell'Amministrazione metropolitana di Bangkok (BMA) di sabato.

TPN media nota, tuttavia, che i requisiti del "Thai Stop Covid Plus" sono meno rigorosi in termini di richiesta di una licenza di ristorazione adeguata o di altri passi che in teoria, nonostante un divieto "ufficiale" in corso sull'apertura di locali di intrattenimento e bar, ha permesso ai bar di riaprire come "ristoranti" (in gran parte senza cibo) nella capitale, Phuket, e altrove. Pattaya, nonostante le proteste degli imprenditori, rimane sotto un divieto totale di vendita di alcolici.

Secondo la restrizione revocata, i ristoranti con certificazione TSP+, autorizzati dal Dipartimento della Salute Pubblica, possono operare lo stesso servizio, compresa la vendita di bevande alcoliche, come le imprese che hanno la certificazione SHA del Ministero del Turismo e degli Sport.

Quindi, questo significa che più "ristoranti" a Bangkok serviranno alcolici fino alle 21:00, secondo il precedente annuncio della BMA, a partire dal 16 novembre fino al 30 o a ulteriore avviso.

FOTO: isranews

Il dottor Sophon Iamsirithavorn, vice direttore generale del Dipartimento di controllo delle malattie, ha chiarito la differenza tra le certificazioni SHA e TSP+ in quanto il TSP+ si concentrerà maggiormente sulle "pratiche preventive della sede e dei fornitori e dei destinatari del servizio".

"Il cartello SHA installato nei locali è per garantire la sicurezza sanitaria dei clienti quando usano il servizio. Ma il TPS+ si concentra strettamente su entrambe le parti per ridurre il rischio di diffusione. Un test Covid-19 sarà condotto periodicamente tra i fornitori e i destinatari del servizio, mentre loro devono anche essere completamente vaccinati e non essere infettati dalla malattia", ha sottolineato.

FOTO: isranews

Nel frattempo, Sanga Ruangwattanakul, presidente della Khao San Business Association, ha detto che la maggior parte delle imprese su Khao San road hanno già applicato le loro misure preventive Covid-19 che sono simili al TSP+ dal 1° novembre, prima dell'annuncio della BMA. TPN media aggiunge che video e foto di bar Khaosan (dichiarati come ristoranti, ma che non sembrano servire cibo) sono diventati virali sui social media nell'ultima settimana, ma i funzionari di Khaosan hanno chiarito che con le misure che hanno preso e l'approvazione delle autorità la situazione attuale è consentita sulla strada.

Ha detto: "Abbiamo già istituito punti di screening sanitario in Khao San Road e implementato le nostre misure per prevenire la diffusione del Covid-19 dalla riapertura. Tutti coloro che volevano entrare nell'area devono passare attraverso un test ATK, mostrare la prova della documentazione sanitaria Mor Prompt, e/o la prova che sono completamente vaccinati."

Non possono entrare se non sono vaccinati". E la maggior parte dei non ammessi erano thailandesi, poiché la maggior parte dei visitatori stranieri erano già vaccinati dalla loro patria prima del viaggio. Tuttavia, avremo ancora bisogno di controllare i loro documenti e la certificazione dei vaccini per vedere se hanno ricevuto due colpi per più di 6 mesi. Sono anche tenuti a sottoporsi a un test ATK come gli altri".

Finora, più di 500 turisti thailandesi e stranieri hanno visitato la famosa strada e si sono sottoposti al test ATK con una tassa di servizio di 100 baht, secondo la sua dichiarazione. Nessuno di loro è risultato positivo, tuttavia, un'ambulanza dell'ospedale è sempre di stanza nella zona per consegnare qualsiasi turista con risultati ATK positivi per il test RT-PCR nel caso in cui venisse trovata un'infezione.

Gli imprenditori di Pattaya hanno proposto un programma simile a quello di Khaosan in alcune aree per permettere la riapertura di parti della famosa vita notturna e dei quartieri del divertimento della città, ma finora non c'è stata una risposta ufficiale.

Foto per gentile concessione: isranews

-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=–=–=–=–==-

Hai bisogno di un'assicurazione Covid-19 per il tuo prossimo viaggio in Thailandia? Clicca qui.

Seguiteci su Facebook

Unisciti a noi su LINE per gli avvisi di notizie!