Altre restrizioni COVID-19 sono allentate in Thailandia da oggi, 16 ottobre 2021

Pattaya Thailandia - 26 luglio 2019 Bel paesaggio e paesaggio urbano della città di Pattaya in Thailandia

Bangkok, 16 ottobre 2021 - L'Autorità per il Turismo della Thailandia (TAT) desidera fornire un aggiornamento sul fatto che altre restrizioni COVID-19 nelle province della zona rossa sono state allentate, mentre altre imprese e attività sono state autorizzate a riprendere le operazioni da oggi (16 ottobre 2021).

  • Ristoranti e ristoranti, cinema, teatri, centri commerciali, stadi sportivi e parchi pubblici sono ora autorizzati a riprendere il normale orario di apertura ma devono chiudere non più tardi delle 22.00.
  • I negozi di convenienza, i mercati freschi e i mercati delle pulci sono ora autorizzati ad aprire per tutti i tipi di merci con l'orario di apertura esteso di un'ora in più o fino alle 22.00. Tutti i negozi aperti 24 ore devono chiudere la sera dalle 22.00 alle 03.00.
  • I centri diurni per anziani sono ora autorizzati a riprendere le operazioni.
  • Gli hotel, le sale di esposizione, le sale di congressi, i centri fieristici o altri tipi di luoghi simili sono ora autorizzati ad aprire per riunioni, seminari o altri tipi di eventi e cerimonie fino alle ore 22.00.
  • Centri commerciali, centri commerciali, centri comunitari o stabilimenti simili possono anche aprire per riunioni, seminari o altri tipi di eventi e cerimonie fino alle ore 22.00, ma non devono tenere alcuna attività promozionale di vendita e continuare a chiudere i parchi di divertimento, i parchi acquatici e i centri di gioco.
  • I parchi pubblici, gli stadi sportivi, le palestre, i centri fitness e tutti i tipi di luoghi per l'esercizio fisico possono riprendere il normale orario di apertura, ma non oltre le 22.00.

Nel frattempo, i centri di gioco nei centri commerciali, centri commerciali, centri comunitari, o stabilimenti simili che non sono situati nella provincia della zona rosso scuro possono ora riprendere le operazioni.

Coprifuoco, viaggi interprovinciali e raduni di persone

Per essere in vigore fino al 31 ottobre 2021, il coprifuoco notturno nelle province della zona rossa è stato ridotto da 6 a 4 ore, o tra le 23.00-03.00.

Le organizzazioni pubbliche e private, così come le persone, hanno ancora il divieto di organizzare qualsiasi attività incline alla diffusione della malattia, ma il numero di partecipanti è stato aumentato per ogni zona. Zona rosso scuro: Nessun raduno di più di 50 persone (da 25 persone in precedenza). Zona rossa: Nessun raduno di più di 100 persone (da 50 persone in precedenza). Zona arancione: Nessun raduno di più di 200 persone (da 100 persone in precedenza).

I viaggi tra le province della zona rossa e le altre aree possono riprendere le normali operazioni ma devono applicare misure di distanziamento sociale.

Luoghi di divertimento

Tutti i tipi di luoghi di intrattenimento, compresi pub, bar e negozi di karaoke devono rimanere chiusi. Tuttavia, il governo ha menzionato che queste imprese possono intraprendere la preparazione per essere pronte alla riapertura.

Misure di autoprotezione e sforzi di allontanamento

Come al solito, le persone in tutta la nazione sono invitate a continuare a rispettare le misure di salute e sicurezza in vigore; come indossare una maschera facciale in ogni momento quando sono fuori dalla loro residenza, lavare regolarmente le mani con acqua e sapone/alcool detergente, ed evitare contatti ravvicinati non necessari con gli altri.

TAT vuole ricordare a tutti i viaggiatori di continuare con D-M-H-T-T-A precauzioni per prevenire la diffusione del COVID-19: D - Distanziamento, - Indossare la maschera, - Lavaggio delle mani, T - Controllo della temperatura, T - Test per COVID-19, e A - applicazione dell'allarme.

Il sistema di codifica a colori della Thailandia per il controllo del COVID-19 è in vigore per le seguenti province:

23 (in calo da 29) Aree di massimo e stretto controllo o province della zona rosso scuro

Regione centrale: Bangkok e altre 22 province: Ayutthaya, Kanchanaburi, Nakhon Nayok, Nakhon Pathom, Nonthaburi, Pathum Thani, Ratchaburi, Samut Prakan, Samut Sakhon, Samut Songkhram e Saraburi; Regione orientale: Chachoengsao, Chanthaburi, Chon Buri, Prachin Buri e Rayong; Regione del Nord: Tak, e Regione meridionale: Nakhon Si Thammarat, Narathiwat, Pattani, Songkhla e Yala.

Chanthaburi e Nakhon Si Thammarat sono state spostate dal rosso alla zona rosso scuro.

30 (in calo da 37) Aree strettamente controllate o province della zona rossa

Regione centrale: Ang Thong, Chai Nat, Lop Buri, Phetchaburi, Prachuap Khiri Khan, Sing Buri e Suphan Buri; Regione orientale: Sa Kaeo e Trat; Regione del Nord: Chiang Mai, Chiang Rai, Nakhon Sawan, Phichit, Phitsanulok e Phetchabun; Regione nord-orientale: Chaiyaphum, Kalasin, Khon Kaen, Maha Sarakham, Nakhon Ratchasima, Si Sa Ket, Surin, Ubon Ratchathani e Udon Thani, e Regione meridionale: Chumphon, Phatthalung, Ranong, Satun, Surat Thani e Trang.

Ang Thong, Lop Buri, Nakhon Ratchasima, Phetchaburi, Prachuap Khiri Khan, Sing Buri e Suphan Buri sono stati spostati dalla zona rosso scuro a quella rossa, mentre Surat Thani è stato spostato dalla zona arancione.

24 (da 11) Aree controllate o province della zona arancione

Regione del Nord: Kamphaeng Phet, Lampang, Lamphun, Mae Hong Son, Nan, Phayao e Phrae, Sukhothai, Uthai Thani e Uttaradit; Regione nord-orientale: Amnat Charoen, Bueng Kan, Buri Ram, Loei, Mukdahan, Nakhon Phanom, Nong Bua Lam Phu, Nong Khai, Roi Et, Sakon Nakhon e Yasothon, e Regione meridionale: Krabi, Phang-Nga e Phuket.

Amnat Charoen, Buri Ram, Kamphaeng Phet, Lampang, Lamphun, Loei, Nong Bua Lam Phu, Nong Khai, Roi Et, Sakon Nakhon, Sukhothai, Uthai Thani, Uttaradit e Yasothon sono stati spostati dalla zona rossa a quella arancione.

Il precedente è un comunicato stampa dell'Autorità del Turismo della Thailandia.