Il comitato del centro Covid-19 della Thailandia annuncia allentamenti delle misure Covid-19 e la riclassificazione provinciale a livello nazionale, a partire da questo sabato

Nazionale -

La riunione generale del Center for Covid-19 Situation Administration (CCSA), presieduta dal primo ministro Prayut Chan-O'Cha, ha annunciato l'avanzamento delle discussioni sulla "riapertura" del paese e l'approvazione di alcune distensioni delle misure Covid-19 a livello nazionale questo pomeriggio, 14 ottobre.

Lo schema di riapertura del paese procederà sicuramente il 1° novembre, come dichiarato dal primo ministro dopo la riunione. La Thailandia accoglierà turisti completamente vaccinati da almeno 10 paesi a basso rischio per viaggiare in aereo senza quarantena obbligatoria, ma ancora con alcuni documenti e altri requisiti. I paesi di questa lista, tuttavia, non sono stati ancora finalizzati oggi e saranno rilasciati in un secondo momento, secondo la CCSA.

Nonostante questa dichiarazione, i media TPN notano, al momento della stampa, che il piano di riapertura del paese e tutti i suoi dettagli riguardanti le restrizioni e le qualifiche FINALI sono ancora in discussione e non sono ancora stati resi ufficiali o entrati in ordine/legge. Tuttavia, in base alle dichiarazioni rilasciate, si procederà in avanti anche se molti dettagli devono ancora arrivare.

Secondo la discussione iniziale, i visitatori internazionali devono dimostrare di essere esenti da Covid al momento del viaggio con un test RT-PCR prima della partenza e fare un altro test in Thailandia all'arrivo. Devono anche essere completamente vaccinati e presentare il loro certificato di vaccinazione al loro arrivo. Alcune altre regole e restrizioni saranno applicate e sono ancora in fase di "stiramento" secondo la CCSA. È anche possibile che si debba alloggiare in un hotel SHA+ in attesa dei risultati del test RT-PCR iniziale e che non tutte le province siano "aperte". Tuttavia, queste informazioni non sono ancora definitive.

I paesi a basso rischio inizialmente approvati sono il Regno Unito, gli Stati Uniti, la Germania, Singapore e la Cina in base alle dichiarazioni del PM, con altri che verranno. L'elenco aggiuntivo dei paesi a rischio di infezioni da Covid-19, come elencato dal Ministero della Salute Pubblica della Thailandia, sarà anche deciso prima della data di riapertura, secondo il portavoce della CCSA, il dottor Taweesilp Visanuyothin.

Potete leggere di più sulla riapertura delle proposte del paese dal riassunto di oggi della riunione del MAE qui.

A partire da oggi, la CCSA ha approvato la riclassificazione di tutte le province colorate a livello nazionale, con effetto dal 16 ottobre fino almeno al 31 ottobre. Le province della zona rossa scura sono ora ridotte da 29 a 23 province, ma Bangkok e Chonburi rimangono nella lista più severa e controllata.

Le province della zona rosso scuro (23) sono Bangkok, Kanchanaburi, Chantaburi, Chonburi, Chachoengsao, Tak, Nakhon Pathom, Nakhon Nayok, Nakhon Sri Thammarat, Narathiwas, Nonthaburi, Pathum Thani, Prachinburi, Pattani, Ayutthaya, Yala, Rayong, Ratchaburi, Songkhla, Samut Prakan, Samut Songkram, Samut Sakhon e Chanthaburi.

Le province della zona rossa (30) sono Kalasin, Khon Kaen, Chainat, Chaiyaphom, Chumpon, Chiang Rai, Chiang Mai, Trang, Trat, Nakhon Ratchasima, Nakhon Sawan, Prachuap Khiri Khan, Pattalung, Phichit, Phitsanulok, Phetchaburi, Maha Sarakam, Ranong, Lop Buri, Sri Saket, Satul, Sa Kaew, Singburi, Suphan Buri, Surat Thani, Surin, Ang Thong, Udon Thani, Ubon Ratchathani e Phetchabun.

Le province della zona arancione sono le restanti 24 province.

L'orario del coprifuoco obbligatorio sarà ridotto nelle zone rosso scuro dalle attuali 10:00 PM. - 04:00 AM. alle 11:00 PM. - 03:00 AM., anch'esso attuato a partire dal 16 fino ad almeno Halloween, il 31 ottobre. L'orario di apertura di alcuni esercizi commerciali nelle province della zona rosso scuro sarà anche esteso dalle 21:00 alle 22:00, come mercati, grandi magazzini, cinema, teatri, ecc.

Anche alcune facilitazioni per quanto riguarda il numero di persone autorizzate a riunirsi, così come alcune attività commerciali come sale giochi e cabine di gioco, saranno facilitate, anche se dovranno essere finalizzate dalla provincia nei loro ordini provinciali. I bar, la vita notturna e il divertimento rimangono chiusi, così come i parchi di divertimento.

Le riunioni in hotel, centri espositivi, centri congressi o luoghi di esposizione possono essere condotte a condizione che si applichino le regole di Covid-19 e di riunione basate sul codice colore provinciale. Maggiori informazioni su questo saranno negli ordini provinciali.

Tuttavia, il Ministero dell'Interno, il Ministero della Salute Pubblica e il CCSA ha dichiarato che stanno accelerando le regole e la revisione dei luoghi di intrattenimento, per discutere di nuovo il 31 ottobre, e stanno chiedendo ai proprietari di quei locali di prepararsi assicurandosi che il loro personale sia completamente vaccinato dal Covid-19 e che i loro locali abbiano un'adeguata ventilazione. Non c'è nessuna "promessa" però che i locali di intrattenimento potranno aprire nel prossimo futuro.

Tutte queste misure agevolate entreranno in vigore questo sabato, 16 ottobre.

-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=–=–=–=–==-

Seguiteci su Facebook,

Unisciti a noi su LINE per gli avvisi di notizie!