Medici e politici di spicco condividono idee contraddittorie sull'annuncio della riapertura del paese fatto ieri dal primo ministro

Nazionale -

Diversi medici e politici di spicco hanno risposto al discorso televisivo del primo ministro di ieri sera, 11 ottobre, riguardo i piani di riapertura dei paesi per i turisti vaccinati provenienti da paesi a basso rischio e la considerazione di aprire bar e intrattenimento venues.

In primo luogo, il dottor Thira Woratanarat, professore associato presso la Facoltà di Medicina dell'Università Chulalongkorn, ha pubblicato una dichiarazione online apparentemente per innescare domande pubbliche sulle conseguenze della riapertura del 1° novembre, mentre l'approccio proattivo del test Covid-19 è ancora limitato, una piccola percentuale di persone ha ricevuto la dose completa dei vaccini, e le recenti infezioni giornaliere stanno ancora raggiungendo una media di diecimila al giorno.

Il suo status recitava: "Gli altri paesi aprono quando sono pronti. I loro sistemi di screening e monitoraggio sono pronti ed efficaci, c'è molto potenziale per i test, la maggior parte della popolazione è stata completamente vaccinata, e la situazione pandemica non è grave e ben controllata. Ma alcuni paesi sono ancora interessati dalla riapertura".

"La domanda su cui riflettere è cosa succederà a un paese che riaprirebbe mentre lo screening è ancora limitato, una piccola percentuale di persone ha ricevuto la dose completa della vaccinazione, e le recenti infezioni giornaliere stanno ancora raggiungendo le diecimila al giorno". Ha concluso Thira.

Anche il dottor Anan Jongkaewwattana del Centro nazionale per l'ingegneria genetica e la biotecnologia (BIOTEC) ha sollevato una questione simile: "Se 100.000 turisti arrivano ogni giorno come prima di Covid-19, come potrebbero i funzionari della sanità pubblica e il personale medico eseguire test RT-PCR su tutti loro all'arrivo quando non siamo mai stati in grado di farlo prima?"

Al contrario, molti ministri e funzionari del governo hanno concordato con l'annuncio del primo ministro Prayut, dicendo che il governo si è preparato ed è pronto per la riapertura.

Il ministro del turismo e dello sport Phiphat Ratchakitprakarn ha dichiarato che il piano di riapertura del 1° novembre non avrebbe avuto alcun problema perché è stato ben preparato come previsto dall'Autorità del Turismo della Thailandia (TAT).

La quarantena sarebbe meno attraente per gli stranieri in arrivo durante l'alta stagione dell'anno, secondo Phiphat. Pertanto, la cancellazione della quarantena obbligatoria attirerebbe perfettamente un certo numero di turisti completamente vaccinati in Thailandia.

Ha detto ai giornalisti: "L'annuncio del Primo Ministro dell'apertura del 1° novembre attirerà perfettamente i turisti nel paese nel 4° trimestre e nel primo trimestre del 2022, poiché la Thailandia è uno dei paesi più popolari durante l'inverno per i turisti provenienti da Europa, America, Giappone, Corea del Sud, Cina, ecc.

"Per ora, dobbiamo regolare come snellire i test ATK più veloci ed efficaci in tutti gli aeroporti internazionali. Ma abbiamo riconosciuto che il Ministero della Salute Pubblica ha preparato tutto sulla base di un prototipo a Phuket. Pertanto, credo che tutto dovrebbe andare liscio".

Inoltre, il portavoce del governo Thanakorn Wangboonkongchana ha rivelato alla stampa che lo schema di quarantena non obbligatoria sarà attuato in conformità con i termini e le condizioni che danno priorità alla sicurezza dei cittadini thailandesi e stranieri, come il requisito di coloro che sono stati completamente vaccinati da paesi designati a basso rischio.

L'imminente riapertura del paese costruirebbe la prontezza e la fiducia, presentando il potenziale della Thailandia tra i turisti internazionali di tutto il mondo. Nel frattempo, i cittadini thailandesi dovrebbero continuare a seguire rigorosamente la misura "COVID-Free Settings" (CFS), secondo Thanakorn.

-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=–=–=–=–==-

Seguiteci su Facebook,

Unisciti a noi su LINE per gli avvisi di notizie!

Avviso su Facebook per l'UE! Devi effettuare il login per visualizzare e pubblicare i commenti su FB!