RECAP: manifestazione femminista pro-democrazia inscenata ieri a Bangkok, segnalati scontri con la polizia antisommossa

Bangkok -

Una manifestazione pro-democrazia e una protesta automobilistica, guidata dal gruppo di liberazione femminista "Feminist Plod Ake", è stata inscenata a Bangkok ieri pomeriggio, 9 ottobre, per chiedere le dimissioni del primo ministro e per promuovere la parità sociale e di genere in Thailandia.

Il gruppo ha iniziato a radunarsi alle 14:00 vicino a Silom di Soi 2, che è anche noto come sede di club e comunità gay nella capitale, prima di organizzare esibizioni e una protesta in auto diretta al Democracy Monument.

Oltre alle tre richieste simili a favore della democrazia, il gruppo femminista ha chiesto anche il benessere degli assorbenti igienici, il matrimonio egualitario, la revoca della sezione 112 e la riforma della costituzione patriarcale.

Il gruppo è arrivato a Ratchadamnoen Avenue intorno alle 16:00, quando hanno iniziato ad avvolgere il monumento simbolico e a decorare la zona con la bandiera arcobaleno LGBTQ+.

Discorsi politici, performance simboliche e musica dal vivo sono stati eseguiti durante tutto il pomeriggio nel sito per esprimere ciò che sostenevano essere la gestione fallimentare dell'attuale governo e per sostenere tutti gli aspetti dell'uguaglianza nella società thailandese.

Il raduno è stato immediatamente interrotto alle 19:10, nel bel mezzo di un discorso, quando uno scontro tra la polizia per il controllo della folla e un gruppo di manifestanti indipendenti della linea dura al ponte Phan Fa Lilat ha avuto luogo nelle vicinanze, con l'uso riferito di gas lacrimogeni e proiettili di gomma. La femminista Plod Ake ha negato qualsiasi collegamento con i manifestanti indipendenti che sembravano voler coinvolgere direttamente la polizia con mezzi non pacifici, secondo i testimoni presenti sulla scena.

I manifestanti indipendenti hanno risposto con petardi e hanno bruciato un pneumatico all'incrocio prima di tornare indietro. La polizia li ha avvertiti di tali azioni in quanto stavano presumibilmente violando il decreto di emergenza e la legge sulle malattie trasmissibili. Un furgone con cannone ad acqua ad alta pressione è stato dispiegato per spegnere il pneumatico in fiamme e per scoraggiare potenzialmente ulteriori proteste non pacifiche.

Circa 7 persone sono state arrestate e portate alla stazione di polizia di Bang Rak intorno alle 20:20. La loro storia è stata registrata, ma non è stata formulata alcuna accusa prima di essere rilasciati verso mezzanotte.

May be an image of one or more people, people standing, fire and outdoors

May be an image of 1 person, standing and outdoors

Foto per gentile concessione: Prachathai

-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=–=–=–=–==-

Seguiteci su Facebook,

Unisciti a noi su LINE per gli avvisi di notizie!