L'ufficiale di polizia per il controllo della folla rimane in condizioni critiche dopo essere stato colpito durante un confronto di protesta all'incrocio di Din Daeng

Bangkok -

Un agente della polizia antisommossa è stato gravemente ferito dopo essere stato colpito alla testa durante un confronto con i manifestanti pro-democrazia all'incrocio Din Daeng mercoledì sera, 6 ottobre.

Il colonnello di polizia Sirikul Kritphittayaboon, vice portavoce della Royal Thai Police, ha rivelato all'Associated Press ieri sera, 7 ottobre, i progressi delle cure del Pol. Lt. Col. Dejawit Lettenson, comandante della Divisione Controllo Folla 1, che ha subito una ferita critica alla testa mentre disperdeva una protesta vicino a Vibhavadi-Rangsit Road e Soi Chaturathit 2 Intersezione 23 intorno alle 22:43 di mercoledì sera. È stato portato subito dopo all'ospedale generale della polizia.

Il funzionario è ancora incosciente e in condizioni critiche e viene trattato in terapia intensiva e con un ventilatore, secondo la portavoce e una seconda conferenza stampa dopo la mezzanotte di oggi, 8 ottobre 2021. Il personale medico è riuscito a rimuovere alcune parti dei proiettili esplosivi, ma alcuni detriti sono ancora presenti all'interno. Dejawit è anche incosciente e su un'incubatrice. L'arma da fuoco o l'arma usata per ferire Dejawit non è stata identificata in questo momento.

Sirikul ha dichiarato: "Dejawit è sotto stretta osservazione medica prima di considerare se riprendere o meno l'operazione. I medici devono anche osservare da vicino i segni di emorragia interna nel cervello e in altre aree importanti".

Le indagini sul crimine e una caccia all'uomo per gli assalitori sono in corso, ha aggiunto. Inoltre, sei giovani manifestanti sono stati arrestati durante gli scontri mercoledì e altri tredici sospetti ieri. Un totale di 28 sospetti sono stati arrestati nell'ultimo giorno e mezzo dall'incidente, secondo la polizia di Bangkok, alcuni giovani di 11 anni che sarebbero stati coinvolti nelle proteste ben dopo il coprifuoco obbligatorio a Bangkok delle 22:00.

L'incrocio Din Daeng è recentemente diventato un punto di infiammabilità tra i manifestanti pro-democrazia della linea dura e la polizia antisommossa quasi ogni giorno per diversi mesi. La protesta è inscenata principalmente per spodestare ed esprimere la rabbia contro quello che hanno detto essere il fallimento del primo ministro Prayut Chan-O'Cha e del suo governo nel gestire il paese sotto la pandemia di Covid-19. I manifestanti coinvolti sono principalmente giovani, secondo la polizia di Bangkok e i testimoni presenti sulla scena. A differenza di molti altri gruppi di protesta, i manifestanti a Din Daeng non hanno paura di usare fuochi d'artificio, piccole "bombe ping pong" fatte in casa e altri oggetti per far sentire la loro opinione. La polizia ha risposto con cannoni ad acqua, proiettili di gomma e altri dispositivi di controllo della folla che sono stati criticati dai manifestanti.

Numerose richieste di cessate il fuoco e suppliche da parte dei residenti locali per fermare i conflitti notturni hanno avuto luogo, ma finora non sono avvenuti.

Il primo ministro thailandese Prayut Chan O'CHa ha dichiarato personalmente di essere preoccupato per la salute di Dejawit e ha chiesto che l'individuo o gli individui responsabili siano assicurati alla giustizia, affermando che le proteste a Din Daeng non erano, secondo lui, proteste pacifiche o assemblee in alcun modo e ha condannato le proteste notturne.

TPN media nota che le proteste e le assemblee sono contro la legge thailandese attualmente sotto il decreto di emergenza a Bangkok. Questo è, secondo i funzionari di Bangkok, inteso a fermare raduni che potrebbero diffondere Covid-19. I funzionari thailandesi sostengono che il decreto non è politico, ma i manifestanti non sono d'accordo, affermando che credono che gli ordini e la legge siano usati principalmente dalle forze dell'ordine per applicare quelle che chiamano pene draconiane contro di loro per aver espresso le loro opinioni.

-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=–=–=–=–==-

Seguiteci su Facebook,

Unisciti a noi su LINE per gli avvisi di notizie!

Avviso su Facebook per l'UE! Devi effettuare il login per visualizzare e pubblicare i commenti su FB!