Il ministero dell'istruzione thailandese si scusa per aver pubblicato una foto alterata del viceministro che nuota nell'inondazione, situazione generale dell'inondazione aggiornata

FOTO: ข่าวสำนักงานรัฐมนตรี ศธ. Facebook ufficiale

Bangkok -

La pagina Facebook ufficiale del Ministero dell'Educazione aveva rilasciato una dichiarazione di scuse ieri, 28 settembre, dopo aver pubblicato quella che sembrava essere una fotografia alterata che mostrava il vice ministro dell'Educazione in visita in una zona allagata.

La foto, che è stata messa online ieri sui social media del Ministero dell'Educazione, sembrava mostrare il vice ministro dell'Educazione Kanokwan Wilawan che guadava nelle acque alluvionali. La didascalia affermava che il vice ministro aveva visitato un'area allagata perché preoccupata per gli studenti e i funzionari scolastici nelle aree colpite dalla tempesta tropicale "Dianmu" lo scorso fine settimana.

Tuttavia, molti utenti dei social media thailandesi hanno notato che la foto è stata probabilmente modificata in quanto la sua immagine è stata apparentemente ritagliata e photoshoppata in un'immagine di un'area allagata sconosciuta. Alcuni hanno anche postato un'altra foto e affermato che la foto originale era in realtà durante la sua visita a un'area allagata nel 2020. Gli utenti dei social media thailandesi hanno anche sottolineato la mancanza di un'ombra e altri segni che l'immagine è stata photoshoppata.

L'immagine controversa è stata cancellata poco dopo prima che la pagina Facebook del Ministero dell'Educazione rilasciasse l'annuncio ieri mattina che il Ministero e il vice ministro non erano coinvolti in alcun processo di pubblicazione della foto e che gli amministratori delle pubbliche relazioni erano interamente responsabili della pubblicazione di tale immagine alterata. Non è stato immediatamente chiaro chi fossero gli individui che hanno pubblicato la foto e se sono stati ritenuti responsabili dell'incidente.

Lo status recitava: "Gli amministratori della pagina ufficiale di Facebook del ministero dell'educazione vorrebbero scusarsi per l'incidente e accetterebbero tutti i suggerimenti e commenti al fine di migliorare il nostro dovere e il funzionamento".

Per quanto riguarda la situazione delle inondazioni in Thailandia, il Dipartimento per la prevenzione e la mitigazione dei disastri ha riferito che le inondazioni, causate dalla tempesta tropicale "Dianmu", hanno colpito 30 province dal 23 settembre, compresi 145 distretti, 584 sottodistretti e 2.401 villaggi. Un totale di 71.093 famiglie sono state danneggiate, mentre 6 persone sono state dichiarate morte e 2 risultano disperse.

La situazione è stata risolta in 7 province, cioè Chiang Mai, Lamphun, Lampang, Buriram, Nakhon Pathom, Yasothon e Surin, ma è ancora presente in 23 province. Le autorità insieme al personale provinciale e ai volontari stanno monitorando la situazione e continuano a raggiungere le vittime nelle aree inondate in 23 province.

-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=–=–=–=–==-

Seguiteci su Facebook,

Unisciti a noi su LINE per gli avvisi di notizie!