La Corte costituzionale thailandese leggerà la sentenza riguardante otto attivisti pro-democrazia, in seguito al loro discorso pronunciato durante la protesta dell'anno scorso

FOTO: Naewna

Bangkok -

Il 10 novembre la Corte costituzionale leggerà un'importante sentenza nel caso di otto importanti attivisti pro-democrazia, tra cui Arnon Nampa, Panupong "Mike" Jadnok, Panusaya "Rung" Sithijirawattanakul e Parit "Penguin" Chiwarak.

La sentenza sarà pronunciata a seguito di una petizione presentata da varie forze dell'ordine a seguito di un discorso pro-democrazia di Anon, Mike e Rung il 10 agosto 2020, tenuto alla Thammasat University, nel campus di Rangsit. La sentenza determinerà se gli autori del discorso hanno esercitato i loro diritti o libertà per rovesciare il regime democratico di governo con il re come capo di Stato, come descritto nella sezione 49 della Costituzione thailandese.

Altri quattro attivisti pro-democrazia nella sentenza includono Somyot Prueksakasemsuk, Juthathip Sirikhan, Siripatchara Jungthirapanich e Arthitaya Pornprom.

La lettura sarà condotta presso la Corte costituzionale di Bangkok il 10 novembre.

Questa sentenza potrebbe vedere i manifestanti affrontare tempi di detenzione significativi e multe se condannati. Tuttavia, se i manifestanti non vengono condannati, potrebbe anche dare nuovo vigore al movimento pro-democrazia, secondo gli analisti politici. La sentenza sarà osservata da vicino da molti perché sarà un vero test, secondo gli analisti, su quale sia il limite della libertà di parola in Thailandia.

-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=–=–=–=–==-

Seguiteci su Facebook,

Unisciti a noi su LINE per gli avvisi di notizie!

Avviso su Facebook per l'UE! Devi effettuare il login per visualizzare e pubblicare i commenti su FB!