RECAP: la protesta pro-democrazia "carmob" è andata in scena ieri a Bangkok per il 15° anniversario del colpo di stato del 2006 e per spodestare il primo ministro

Bangkok -

Un gran numero di manifestanti pro-democrazia si sono riuniti all'incrocio Asoke a Bangkok ieri pomeriggio, 19 settembre, per una protesta carmob organizzata dall'ex leader delle magliette rosse Nattawut Saikua e dall'attivista politico Sombat Bunngam-anong o "Bo Ko Lai Jut".

Il 19 settembre ha segnato i 15 anni del colpo di stato del 2006 che ha rovesciato l'ex primo ministro Thaksin Shinawatra. La protesta, intitolata "Guidare in un carro armato, 19 settembre", è stata messa in scena come espressione simbolica contro il colpo di stato che ha spinto la Thailandia in un lungo solco politico per più di un decennio, secondo i manifestanti.

Una delle attività di protesta che è stata al centro dell'attenzione pubblica è stata quella di guidare un taxi contro un finto carro armato militare per commemorare Nuamthong Praiwan, un ex dipendente del servizio elettrico e tassista, che ha guidato il suo taxi contro un carro armato per protestare dopo il colpo di stato militare del 2006. È stato poi trovato appeso a un ponte pedonale per protestare contro la giunta. I suoi sacrifici sono stati elogiati da diversi attivisti per la democrazia da allora.

Il leader della protesta Sombat ha detto che due colpi di stato, il 19 settembre 2006 e il 22 maggio 2014, sono stati eventi violenti per la società thailandese e hanno avuto un effetto così pessimistico sulle giovani e nuove generazioni che hanno iniziato a pensare di trasferirsi a vivere in un altro paese.

"Ora stiamo assistendo a richieste senza precedenti da parte dei giovani. I due colpi di stato del passato possono essere visti come un grande errore della gente che ha fatto il tifo per un colpo di stato all'epoca, quindi non dobbiamo ripetere di nuovo quell'errore", ha aggiunto Sombat.

La protesta ha continuato a chiedere le dimissioni del primo ministro Prayut perché credevano che, nonostante abbiano 250 senatori nominati da Prayut, se il popolo si unisce costantemente ed esprime le sue intenzioni e la sua rabbia verso il governo, non ci sarà il generale Prayut Chan O'Cha alle prossime elezioni.

Alle 15.00, Nattawut ha annunciato la marcia verso il Monumento alla Democrazia mentre la folla di manifestanti e i loro veicoli riempivano la strada Sukhumvit.

La protesta è stata per lo più pacifica, anche se una forte pioggia ha messo fine alla maggior parte delle attività di protesta poco prima dell'arrivo al Democracy Monument. Un piccolo gruppo di manifestanti della linea dura ha continuato a formarsi intorno al monumento, ma le piogge torrenziali e gli allagamenti sporadici hanno in gran parte costretto la protesta a fermarsi. Gli organizzatori, tuttavia, hanno detto che ha avuto molto successo e ha consegnato il messaggio che volevano trasmettere.

Anche Pattaya ha avuto proteste ieri pomeriggio, potete leggere di più su questi cliccando qui.

-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=–=–=–=–==-

Seguiteci su Facebook,

Unisciti a noi su LINE per gli avvisi di notizie!