Ratchanok fa la spola con Tokyo per un ultimo colpo all'oro olimpico

Quello che segue è un comunicato stampa dei nostri amici dell'Olympics Media Press Centre

23 luglio 2021: Ratchanok Inthanon ha quasi tutto nella sua vita: casa, auto, milioni nel suo conto e un mucchio di titoli prestigiosi tra cui la medaglia d'oro ai campionati del mondo. Ma c'è una cosa che ancora le sfugge: una medaglia olimpica.

L'ex numero uno del mondo lancerà i dadi ancora una volta a Tokyo, che segna la sua terza apparizione alle Olimpiadi. Le sue ultime due campagne hanno colpito i buffer con un 21-17 18-21 14-21 perdita a Wang Xin della Cina nel London 2012 quarti di finale e un 19-21 16-21 sconfitta contro Akane Yamaguchi del Giappone nell'ultimo 16 cinque anni fa a Rio.

Il mondo determinato No 6 ha giurato di afferrare un posto sul podio questa volta come badminton emerge come una delle tre discipline - con taekwondo e golf - indicato per produrre gloria per la Thailandia a Tokyo.

Voglio vincere una medaglia", ha detto il 2013 campione del mondo. "Ho tutto nella mia vita tranne una medaglia olimpica. Una medaglia d'oro sarà ancora meglio".

Ratchanok è stata sorteggiata nel gruppo N insieme a Soniia Cheah Su Ya della Malesia e Laura Sarosi dell'Ungheria.

Ora invecchiato 26 e con solo due titoli vinti (India Open e Indonesian Masters) negli ultimi 24 mesi, la stella tailandese è ancora convinto che una medaglia olimpica è ancora alla sua portata.

Non è una missione impossibile. Dipende da quanto bene tu e il tuo avversario giocate in quel particolare giorno. Ho imparato dalle due partite precedenti che ho messo troppa pressione su me stesso. Se riesco a rimanere mentalmente solido per tutto il tempo, ho una possibilità", ha detto Ratchanok, che ha gareggiato solo in quattro tornei quest'anno tra il COVID-19 scoppio. I suoi migliori risultati finora in questa stagione sono due posti in semifinale al Thailand Open di gennaio e all'All England Championships di marzo.

Il tailandese è stato fuori dall'azione dal All England dopo che la Federazione mondiale di Badminton (BWF) ha sospeso i tornei per prevenire la diffusione di Covid-19. Tuttavia, il licenziamento le ha dato il tempo di affrontare le sue debolezze e concentrarsi completamente sulle Olimpiadi.

Durante la pausa, ho lavorato sulla mia forma fisica per assicurarmi di essere fisicamente in forma per tre partite difficili. Prendo anche le sessioni di allenamento con la stessa serietà delle partite reali. Sono determinata a combattere duramente alle Olimpiadi", ha aggiunto.

Nonostante l'assenza della campionessa in carica Carolina Marin della Spagna, che è stata costretta a ritirarsi a causa di un infortunio al ginocchio, la thailandese prevede ancora una competizione di singolare femminile altamente competitiva e dice che la porta è aperta per chiunque.

Ci sono molti giocatori tosti che si iscrivono. Altri faranno una grande battaglia perché sono le Olimpiadi. Non escludo le possibilità di nessuno", ha detto Ratchanok, che non è sicuro se questi saranno i suoi giochi d'addio.

Sarò 29 in 2024. Ci potrebbero essere delle ragazze nuove e migliori per allora. Ma se sono ancora forte e abbastanza buono per rappresentare la Thailandia, non esiterò", ha detto Ratchanok che dà il via alla sua campagna a Tokyo il luglio 25.