Il Ministero dei Trasporti prevede di introdurre molte nuove regole e restrizioni per le "big bike", anche per gli stranieri

Il ministero dei Trasporti prevede di vietare la "divisione della corsia" da parte dei ciclisti di grandi dimensioni e di limitare la loro velocità a 80 chilometri orari nelle aree urbane per motivi di sicurezza.

Chirute Visalachitra, vice segretario permanente per i trasporti, ha dichiarato martedì che in base al divieto di "divisione di corsia", i ciclisti di grandi dimensioni non sarebbero autorizzati a guidare o passare da un veicolo all'altro e avrebbero dovuto attendere i semafori dietro altri veicoli nelle corsie stradali .

Sarebbero tenuti a limitare la loro velocità a 80 km/h nelle aree urbane e comunitarie, ha affermato.

Inoltre, il ministero richiederebbe ai ciclisti di grandi dimensioni di sottoporsi a test appositamente progettati prima di ottenere le patenti di guida per biciclette di grandi dimensioni. Ci sarebbero campi di prova speciali per i ciclisti di grandi dimensioni e sarebbero anche sottoposti a simulazioni di situazioni soggette a pericolo per garantire che abbiano una mentalità incentrata sulla sicurezza, ha affermato Chirute.

Ha aggiunto che il ministero richiederebbe ai turisti stranieri di mostrare le patenti di guida che si applicano specificamente alle motociclette di grandi dimensioni durante il noleggio di motociclette nel paese. Il requisito non è mai esistito in precedenza e molti stranieri sono morti in incidenti motociclistici nel paese, ha affermato.

Chirute non ha fornito un calendario per l'imposizione delle nuove regole, dicendo che i funzionari preoccupati avrebbero finalizzato nuove misure per la sicurezza dei motocicli in 30 giorni prima di chiedere l'approvazione del gabinetto. Alcune misure potrebbero iniziare entro la fine dell'anno, ha affermato senza approfondire.

Il Pattaya News rileva che le grandi bici sono state spesso esaminate a Pattaya sui social media e accusate di molti gravi incidenti, incluso quello che ha ucciso un turista russo a Jomtien all'inizio di quest'anno, presumibilmente accelerando i giovani piloti stranieri che hanno causato una repressione locale.

Fonte: The Bangkok Post

Mr. Adam Judd è il comproprietario di TPN media da dicembre 2017. È originario di Washington DC, America, ma ha vissuto anche a Dallas, Sarasota e Portsmouth. Il suo background è nelle vendite al dettaglio, nelle risorse umane e nella gestione delle operazioni e da molti anni scrive di notizie e Thailandia. Vive a Pattaya da oltre otto anni come residente a tempo pieno, è ben noto a livello locale e visita il paese come visitatore abituale da oltre un decennio. Le sue informazioni di contatto complete, comprese le informazioni di contatto dell'ufficio, sono disponibili nella nostra pagina Contattaci di seguito. Per le storie inviare un'e-mail a Pattayanewseditor@gmail.com Chi siamo: https://thepattayanews.com/about-us/ Contattaci: https://thepattayanews.com/contact-us/