Gruppi nazionali di alcol contro l'estensione dell'orario di chiusura legale della vita notturna alle 4:00, inizia un acceso dibattito tra TAT e gruppi di controllo dell'alcol

Bangkok-

Diversi accademici si oppongono all'idea del ministro del Turismo e dello sport di consentire ai luoghi di intrattenimento di rimanere aperti fino alle 4:00, estendendo gli orari di chiusura legale da mezzanotte alle 2:00 attualmente a seconda della località.

Udomsak Saengow del Center for Alcohol Studies è uno di quelli che suggeriscono che sono necessarie ulteriori ricerche prima di una tale mossa.

“I gruppi civici hanno lavorato duramente per limitare l'accesso all'alcol e sono riusciti a fare pressioni per ridurre gli orari di chiusura dalle 4:2 alle XNUMX:XNUMX. Quando gli orari di apertura sono estesi, anche l'orario di consumo viene esteso. Più le persone bevono, meno riescono a controllarsi".

Ma il ministro del Turismo e dello sport Phiphat Ratchakitprakarn sostiene che orari di apertura prolungati darebbero una spinta all'economia e l'Autorità per il turismo della Thailandia (TAT) è d'accordo.

Il governatore del TAT Yuthasak Supasorn afferma che l'estensione degli orari di apertura aumenterebbe la spesa, in particolare quando alcuni visitatori stranieri scoprono che l'orario di chiusura delle 2.00:XNUMX è troppo presto. Sottolinea inoltre che i nuovi orari di apertura non si applicheranno ovunque.

"L'orario di chiusura delle 4 del mattino sarebbe limitato alle destinazioni che si rivolgono principalmente a visitatori stranieri".

Ma il coordinatore di Alcohol Watch Network, Chuwit Chantaros, non è d'accordo sul fatto che la mossa aiuterebbe l'economia, sostenendo che potrebbe portare a un aumento di feriti o morti tra i turisti ubriachi. Un tale aumento finirebbe solo per costare alle imprese.

“Abbiamo risultati di ricerche che mostrano che perdiamo 2 baht per ogni baht che guadagniamo a causa di perdite di proprietà, decessi e feriti che causano ulteriori perdite materiali. Se l'orario di lavoro viene esteso, si prevedono maggiori perdite".

Ha messo in dubbio l'affermazione del ministero che la proposta aumenterebbe la spesa di almeno il 25%, soprattutto tra i turisti stranieri, e ha chiesto prove a sostegno dell'affermazione.

"La proposta non è stata attentamente ponderata", ha detto.

“Anche il numero di turisti presi di mira dall'orario prolungato è piccolo e alcuni di loro sono piantagrane. Abbiamo bisogno di questo tipo di turisti?"

Dubitava anche che il sistema di zonizzazione proposto avrebbe funzionato, sostenendo che più di 600 pub e bar sono stati chiusi perché servivano clienti minorenni.

Il signor Chuwit ha esortato gli operatori del settore a rispettare rigorosamente la legge sul controllo dell'alcol, invece di cercare orari di apertura estesi.

Ma Weerawich Kruasombat, capo del sindacato degli operatori del settore dello spettacolo di Patong, è favorevole alla mossa.

“Per anni abbiamo spinto per orari di chiusura prolungati nelle aree di Patong e Bang La. Questi distretti attualmente generano 20-30 milioni di baht di reddito a notte e le due ore extra aumenteranno le entrate del 30%-40%".

Manu Khiewkhram, un altro operatore commerciale a Phuket, ha dichiarato mercoledì che il gruppo ha presentato una proposta per la deregolamentazione degli orari di chiusura a Patong al ministro del turismo all'inizio di questo mese.

Nel frattempo, il governatore del TAT Yuthasak Supasorn ha affermato che l'idea di estendere gli orari di apertura ha lo scopo di aumentare la spesa tra i visitatori stranieri che tendono a trovare l'orario di chiusura delle 2:XNUMX troppo presto.

Il signor Yuthasak ha affermato che sulla base dei dati sul comportamento di spesa dei turisti stranieri, ogni persona di solito spende circa 5,500 baht.

Il dibattito infuria, con le parti interessate nelle aree turistiche interessate che intendono incontrare il TAT per discutere ulteriormente la questione.

Il governatore del TAT incontra i proprietari della vita notturna locale al municipio sabato pomeriggio per avere le loro opinioni. Il capo di un'associazione locale di proprietari di locali notturni thailandesi ha dichiarato, non sorprende, a The Pattaya News che i proprietari locali sostengono fortemente la decisione di modificare gli orari di chiusura legali a Pattaya.

Pattaya, con sorpresa di molti dei nostri lettori di The Pattaya News, dovrebbe legalmente chiudere i suoi bar e la vita notturna tra mezzanotte e le 2:00 a seconda della zona. Ufficiosamente, rimanere aperti più tardi è tollerato, ma non legale. Questo è il motivo per cui quando la polizia nazionale visita la città, tutto normalmente chiude entro le 2:00.

FONTEPosta di Bangkok, Il tailandese
Mr. Adam Judd è il comproprietario di TPN media da dicembre 2017. È originario di Washington DC, America, ma ha vissuto anche a Dallas, Sarasota e Portsmouth. Il suo background è nelle vendite al dettaglio, nelle risorse umane e nella gestione delle operazioni e da molti anni scrive di notizie e Thailandia. Vive a Pattaya da oltre otto anni come residente a tempo pieno, è ben noto a livello locale e visita il paese come visitatore abituale da oltre un decennio. Le sue informazioni di contatto complete, comprese le informazioni di contatto dell'ufficio, sono disponibili nella nostra pagina Contattaci di seguito. Per le storie inviare un'e-mail a Pattayanewseditor@gmail.com Chi siamo: https://thepattayanews.com/about-us/ Contattaci: https://thepattayanews.com/contact-us/