12 cittadini cinesi arrestati nella truffa online "Boiler Room" a Banglamung

12 cinesi arrestati nella truffa online “Boiler Room” a Banglamung –

12 cittadini cinesi sono stati arrestati ieri, 14 agosto 2019, per una truffa che riguarda prodotti contraffatti venduti online in una casa a Nongprue.

L'arresto è stato guidato dal comandante della polizia di Chonburi, il maggiore generale Nantawut Suppamongkon, dal capo della polizia di Nongprue, colonnello Chitdaecha Songhong, e dall'ispettore della polizia turistica di Pattaya, tenente colonnello Piyaphong Ensan. I sospetti erano entrati in Thailandia con un visto turistico.

Sono accusati di vendere prodotti online tramite un'applicazione di chat "Cute Cute".

Ricevono più di 20,000 baht ciascuno al mese per il loro stipendio che hanno detto al Pattaya News dal loro datore di lavoro, che non è nel paese.

Il danno causato da questa banda ammontava a circa B10 milioni secondo gli agenti di arresto, compresi i residenti locali.

Sono accusati di lavoro illegale nel regno e di non avere un permesso di lavoro.

FONTECredito fotografico di Daily News, articolo The Pattaya News/Adam Judd
Mr. Adam Judd è il comproprietario di TPN media da dicembre 2017. È originario di Washington DC, America, ma ha vissuto anche a Dallas, Sarasota e Portsmouth. Il suo background è nelle vendite al dettaglio, nelle risorse umane e nella gestione delle operazioni e da molti anni scrive di notizie e Thailandia. Vive a Pattaya da oltre otto anni come residente a tempo pieno, è ben noto a livello locale e visita il paese come visitatore abituale da oltre un decennio. Le sue informazioni di contatto complete, comprese le informazioni di contatto dell'ufficio, sono disponibili nella nostra pagina Contattaci di seguito. Per le storie inviare un'e-mail a Pattayanewseditor@gmail.com Chi siamo: https://thepattayanews.com/about-us/ Contattaci: https://thepattayanews.com/contact-us/