Siccità disastro iniziale Danno stimato in 10 miliardi di baht

BANGKOK, 3 agosto 2019 (NNT) – L'ultima stima della University of Thai Chambers of Commerce (UTCC) mostra che il disastro della siccità di quest'anno ha colpito circa 1,330 chilometri quadrati di terreni agricoli, la maggior parte dei quali sono coltivazioni di riso, con un danno iniziale stimato in circa 10 miliardi di baht.

L'Università delle Camere di Commercio thailandesi (UTCC) ha condotto un'indagine sul disastro della siccità di quest'anno, compilata da agenzie governative agricole e aziende private con 109 campioni di dati a livello nazionale. L'indagine ha concluso che il settore agricolo è stato il più colpito dal disastro, in particolare nella regione settentrionale e nord-orientale, con ripercussioni sui raccolti e sui redditi degli agricoltori.

Secondo i dati del Dipartimento per l'estensione agricola al 1 agosto 2019, 1,341 chilometri quadrati di terreni agricoli sono stati colpiti dal disastro della siccità quest'anno, la maggior parte dei quali sono risaie a 656 chilometri quadrati con danni stimati in 7.5 miliardi di baht, seguiti da coltivazioni di mais, canna da zucchero per le fabbriche e tapioca, portando la stima dei danni complessivi a 9.8 miliardi di baht.

Il direttore del Center for Economic and Business Forecasting (CEBF) dell'UTCC, Thanawat Polvichai, ha affermato oggi che il Dipartimento per la prevenzione e la mitigazione dei disastri ha revocato lo stato dell'area colpita dal disastro nella maggior parte dei luoghi, lasciando solo una provincia rimasta, che dovrebbe aiutare ad alleviare la crisi grazie alla gestione dell'acqua e alle operazioni di pioggia del governo. Tuttavia, il centro si aspetta che i danni raggiungano i 18 miliardi di baht se la crisi dovesse continuare per un altro mese.

Il danno complessivo dovrebbe aumentare a 37 miliardi di baht se la siccità si estendesse a settembre, poiché il ciclo di coltivazione del riso della stagione umida ne risentirebbe; ciò ridurrebbe la crescita economica thailandese prevista al 2.9% dal 3%.

Il vicepresidente della Camera di commercio thailandese e il presidente del comitato per lo sviluppo economico della regione centrale Jit Siratranont, concordano sul fatto che la coltivazione del riso nelle colture umide potrebbe essere salvata se la pioggia dovesse iniziare a cadere durante questo periodo, aggiungendo che il governo dovrebbe fornire urgentemente alle fattorie il sostegno necessario e stimolare l'economia sotto vari aspetti, poiché la siccità, se prolungata, influenzerà l'economia di base oltre a un rallentamento nel settore delle esportazioni.

FONTEUfficio nazionale delle notizie della Thailandia
Mr. Adam Judd è il comproprietario di TPN media da dicembre 2017. È originario di Washington DC, America, ma ha vissuto anche a Dallas, Sarasota e Portsmouth. Il suo background è nelle vendite al dettaglio, nelle risorse umane e nella gestione delle operazioni e da molti anni scrive di notizie e Thailandia. Vive a Pattaya da oltre otto anni come residente a tempo pieno, è ben noto a livello locale e visita il paese come visitatore abituale da oltre un decennio. Le sue informazioni di contatto complete, comprese le informazioni di contatto dell'ufficio, sono disponibili nella nostra pagina Contattaci di seguito. Per le storie inviare un'e-mail a Pattayanewseditor@gmail.com Chi siamo: https://thepattayanews.com/about-us/ Contattaci: https://thepattayanews.com/contact-us/