L'ex sindaco, il "Padrino di Chonburi" è morto di cancro

Chon Buri-

Somchai Khunpluem, meglio conosciuto come Kamnan Poh o il "Padrino di Chon Buri" che ha portato prosperità e sviluppo nella provincia orientale ma è stato condannato a due pene detentive, è morto lunedì per cancro, ha detto la sua famiglia. Aveva 82 anni.

Somchai, ex sindaco del comune di Tambon Saensuk, è morto alle 3 del mattino nell'ospedale di Chon Buri. È stato rilasciato dal carcere il 14 dicembre 2017, a causa della sua malattia.

Narongchai Khunpluem, il figlio più giovane di Somchai e attuale sindaco del comune di Tambon Saensuk, ha pubblicato il messaggio “Ti amo, papà. #RIP” sulla sua bacheca di Facebook.

Somchai è nato il 30 settembre 1937. Era un noto politico e uomo d'affari a Chon Buri ed era percepito come il padrino della costa orientale che portò prosperità e sviluppo alla città turistica di Bang Saen. È stato anche percepito come una persona influente che ha sostenuto diversi politici delle province orientali.

È stato condannato a cinque anni e quattro mesi di reclusione e al sequestro dei suoi beni per corruzione in un caso fondiario. È stato anche condannato a 25 anni di carcere per aver presumibilmente ideato l'omicidio di Prayoon Sitthichote, un'altra persona influente e suo rivale. Dopo i verdetti, è fuggito dalla sua casa ma è stato catturato a Bangkok il 30 gennaio 2013.

Somchai è nato da Charnchai e Thuam Khunpluem. Suo padre era un capo villaggio a Tambon Saensuk, nel distretto di Muang di Chon Buri. Sua madre lavorava come venditrice di carne di maiale al mercato e continuò a possedere un macello.

 

Somchai ha lasciato la Wat Klang Don School dopo aver completato il grado 4 e ha lavorato come conducente di autobus sulla rotta Bang Saen-Sri Racha-Chon Buri prima di essere promosso autista.

 

Dopo aver acquistato il proprio peschereccio, Somchai fece amicizia con un turista francese, che aveva un'attività di commercio di petrolio in Cambogia. Grazie ai suoi legami con l'uomo d'affari francese, Somchai ottenne la licenza per pescare nelle acque cambogiane. Ha gestito un'attività di pesca di successo per alcuni anni, ma ha lasciato quando i prezzi del petrolio sono aumentati vertiginosamente.

In seguito iniziò a scavare e fornire ghiaia e terreno per il riempimento delle strade. Il successo di questa attività ha permesso a Somchai di espandere il suo impero commerciale per includere l'edilizia, la vendita di liquori, gli hotel e lo sviluppo immobiliare. La sua ricchezza e influenza a Bang Saen e Pattaya gli hanno anche permesso di sostenere i suoi figli nei loro tentativi di diventare politici.

Somchai e sua moglie Satil ebbero quattro figli e una figlia, la maggior parte dei quali divennero politici nazionali e locali.

Sonthaya Khunpluem, il figlio maggiore di Somchai, era un ex parlamentare di Chon Buri e ha servito come consigliere politico del generale Prayut Chan-o-cha durante il suo primo governo. Sonthaya ha anche ricoperto diversi incarichi ministeriali.

Il secondo figlio di Somchai, Witthaya Khunpluem, è l'amministratore delegato della Chon Buri Provincial Administrative Organisation e presidente del Chon Buri Football Club.

Il terzo figlio di Somchai era una figlia che la coppia chiamava Jiraporn.

Il suo quarto figlio è Itthipol Khunpluen, ex parlamentare di Chon Buri ed ex sindaco di Pattaya.

Suo figlio più giovane Narongchai Khunpluem è ora sindaco del comune di Tambon Saensuk.

Il 30 gennaio 2013, Somchai è stato arrestato dalla polizia della Crime Suppression Division nella sua auto al casello di Lat Krabang mentre viaggiava sull'autostrada in uscita dopo aver usato il nome di Kim Sae-tang per ricevere cure presso l'ospedale Samitivej Srinakarin.

Dopo il suo arresto, è stato mandato in prigione per scontare le due pene detentive in sospeso, una per corruzione nell'acquisto di terreni di Khao Mai Kaew da parte del comune di Tambon Saensuk quando era sindaco e l'altra per omicidio.

Il 14 dicembre 2017, il dipartimento di correzione ha chiesto al vice primo ministro e ministro della giustizia ACM Prajin Juntong il permesso di rilasciarlo dal carcere per motivi umanitari perché soffriva di cancro allo stadio 4 e aveva più di 70 anni.

Alle 3 del mattino di lunedì, la sua vita colorata di povero conducente di autobus che è diventato il padrino della costa orientale è finalmente giunta al termine.

FONTELa Nazione
Mr. Adam Judd è il comproprietario di TPN media da dicembre 2017. È originario di Washington DC, America, ma ha vissuto anche a Dallas, Sarasota e Portsmouth. Il suo background è nelle vendite al dettaglio, nelle risorse umane e nella gestione delle operazioni e da molti anni scrive di notizie e Thailandia. Vive a Pattaya da oltre otto anni come residente a tempo pieno, è ben noto a livello locale e visita il paese come visitatore abituale da oltre un decennio. Le sue informazioni di contatto complete, comprese le informazioni di contatto dell'ufficio, sono disponibili nella nostra pagina Contattaci di seguito. Per le storie inviare un'e-mail a Pattayanewseditor@gmail.com Chi siamo: https://thepattayanews.com/about-us/ Contattaci: https://thepattayanews.com/contact-us/