La squadra statunitense numero uno in classifica a giocare la Thailandia numero 34 nelle prime partite della Coppa del mondo di calcio femminile

Nazionale thailandese

REIMS, Francia — Il Mondiale femminile va a gonfie vele ma gli Stati Uniti, campioni in carica, sono in attesa.

La nazionale statunitense non giocherà fino a martedì sera tardi contro la Thailandia nell'ultima gara di apertura della fase a gironi per il campo che gioca in Francia, quindi gli americani sono stati retrocessi tra gli spettatori durante i giorni di apertura.

"È divertente per noi guardare le partite, sentire quell'eccitazione, sentire quell'energia e allo stesso tempo stare a un passo da essa, e rimanere davvero centrati e concentrati su ciò che stiamo facendo", ha affermato l'attaccante Christen Press.

Gli americani sono sicuramente concentrati.

La squadra ha trascorso 10 giorni presso la struttura di allenamento del Tottenham nel nord di Londra prima di arrivare a Reims, una città a circa 90 miglia a nord-est di Parigi che è la prima tappa della Coppa del Mondo per gli Stati Uniti.

La stampa ha definito il Tottenham un'oasi che ha permesso alla squadra di rimanere a terra prima del torneo di un mese in tutta la Francia alla ricerca del più grande premio del calcio.

"Aspetti anni per arrivare qui, ed è un viaggio, e poi arrivi qui ed è tutto un altro viaggio", ha detto.

Gli americani hanno assistito a Reims mentre la Francia, padrona di casa, ha battuto la Corea del Sud 4-0 a Parigi prima di un pubblico tutto esaurito per aprire il torneo venerdì sera.

Lindsey Horan, che sta facendo la sua prima apparizione in Coppa del Mondo con la nazionale, ha giocato professionalmente in Francia per il Paris Saint-Germain dopo aver saltato il college per diventare professionista. Ora gioca per i Portland Thorns della National Women's Soccer League.

"Il numero di fan che avevano e il numero di persone che guardavano in tutto il mondo è stato semplicemente fantastico per la Francia e per il calcio femminile in generale", ha detto a proposito dell'apertura di gala allo stadio del PSG, il Parc des Princes. "Penso che sia qualcosa di cui tutti dovremmo essere davvero orgogliosi".

Le donne americane hanno vinto la Coppa del Mondo tre volte, incluso nel 2015 quando hanno sconfitto il Giappone 5-2 in Canada. Hanno anche rivendicato in modo memorabile il trofeo 20 anni fa in casa, abbattendo la Cina ai rigori dopo un pareggio senza reti al Rose Bowl.

La squadra punta a vincere ancora in Francia anche se in casa cerca una vittoria diversa. Conosciuti per difendere i diritti e l'uguaglianza delle donne, i giocatori hanno intentato collettivamente una causa per presunta discriminazione da parte della US Soccer Federation e stanno cercando una retribuzione equa con quella della squadra nazionale maschile.

Megan Rapinoe afferma che la squadra è "senza mani" quando si tratta della causa per la durata della Coppa del Mondo.

Dopo la partita di martedì contro la Thailandia, gli Stati Uniti si dirigeranno a Parigi per una partita di domenica contro il Cile, che sta facendo la sua prima apparizione in Coppa del Mondo. Gli americani affronteranno la nemesi Svezia nell'ultima partita della fase a gironi a Rennes.

È la sesta volta che gli Stati Uniti approdano nello stesso girone di Coppa del Mondo con la Svezia. Gli americani sono stati eliminati dalle Olimpiadi in Brasile dagli svedesi nei quarti di finale. In seguito, il portiere statunitense Hope Solo li ha chiamati "codardi" per il bunkeraggio in difesa, e subito dopo è stata espulsa dalla squadra.

A causa dell'inizio in ritardo in Francia, c'è il potenziale che gli Stati Uniti possano giocare il programma più compatto del campo se andranno lontano negli ottavi, il che sembra probabile.

L'allenatore Jill Ellis ha detto che sentiva che la squadra aveva un buon ritmo di allenamento e il programma lo integra. Inoltre, la Coppa del Mondo presenta sempre sfide diverse per squadre diverse, come tutti i voli per attraversare il Canada nel 2015.

"Penso che il nostro viaggio nella fase a gironi sia molto gestibile, va bene", ha detto. “Ascolta, si tratta di avere questi giocatori sani e con una buona mentalità. Penso che sia fondamentale. Non è farsi prendere da chi ha quanti giorni di riposo, a dire il vero, perché è quello che è".

FONTEAnne M. petersen, Khaosod
Mr. Adam Judd è il comproprietario di TPN media da dicembre 2017. È originario di Washington DC, America, ma ha vissuto anche a Dallas, Sarasota e Portsmouth. Il suo background è nelle vendite al dettaglio, nelle risorse umane e nella gestione delle operazioni e da molti anni scrive di notizie e Thailandia. Vive a Pattaya da oltre otto anni come residente a tempo pieno, è ben noto a livello locale e visita il paese come visitatore abituale da oltre un decennio. Le sue informazioni di contatto complete, comprese le informazioni di contatto dell'ufficio, sono disponibili nella nostra pagina Contattaci di seguito. Per le storie inviare un'e-mail a Pattayanewseditor@gmail.com Chi siamo: https://thepattayanews.com/about-us/ Contattaci: https://thepattayanews.com/contact-us/