La Thailandia ha approvato una nuova legge sulla sicurezza informatica, i critici la definiscono controversa

BANGKOK (Reuters) – Giovedì il parlamento thailandese nominato dall'esercito ha approvato una controversa legge sulla sicurezza informatica che conferisce ampi poteri alle agenzie informatiche statali, nonostante le preoccupazioni di imprese e attivisti per il controllo giudiziario e il potenziale abuso di potere.

Il Cybersecurity Act, approvato all'unanimità, è l'ultima di una serie di nuove leggi nei paesi asiatici che affermano il controllo del governo su Internet.
I difensori delle libertà civili, le società Internet e i gruppi aziendali hanno protestato contro la legislazione, affermando che sacrificherebbe la privacy e lo stato di diritto e avvertendo che gli oneri di conformità potrebbero spingere le imprese straniere fuori dalla Thailandia.

Il governo militare ha spinto per diverse leggi che avrebbe sostenuto l'economia digitale del paese, incluso un emendamento al Computer Crime Act nel 2017, che è stato utilizzato per reprimere il dissenso.

Gli attivisti per la libertà di Internet hanno definito la legislazione una "legge cyber marziale", poiché comprende tutte le procedure dagli incontri quotidiani di connessioni Internet lente agli attacchi a livello nazionale alle infrastrutture critiche.

Se una situazione di sicurezza informatica raggiunge un livello critico, la legislazione consente al Consiglio di sicurezza nazionale a guida militare di ignorare tutte le procedure con la propria legge.

"Nonostante alcuni miglioramenti nella formulazione, le questioni controverse sono ancora presenti", ha detto a Reuters Arthit Suriyawongkul, un sostenitore del Thai Netizen Network.

La legge consente al National Cybersecurity Committee (NCSC) di convocare individui per interrogarli ed entrare in proprietà private senza ordini del tribunale in caso di "gravi minacce informatiche" effettive o previste.

Un ulteriore comitato di regolamentazione della sicurezza informatica avrà ampi poteri per accedere ai dati e alle reti dei computer, fare copie di informazioni e sequestrare computer o qualsiasi dispositivo.

Non sono richiesti mandati del tribunale per tali azioni in "casi di emergenza" e verranno imposte sanzioni penali per coloro che non rispettano gli ordini.

L'Asia Internet Coalition (AIC), un gruppo industriale con sede a Singapore che rappresenta i giganti statunitensi Google e Facebook, e altre nove importanti società tecnologiche, si è detta "profondamente delusa" dall'approvazione della legge.

"Ciò darebbe al regime ampi poteri per monitorare il traffico online in nome di un'emergenza o come misura preventiva, potenzialmente compromettendo i dati privati ​​e aziendali", ha affermato Jeff Paine, amministratore delegato del gruppo, in una nota.

I legislatori hanno anche approvato all'unanimità la legge sulla protezione dei dati personali, volta a imitare il regolamento generale sulla protezione dei dati dell'Unione europea (GDPR).
La legislazione non richiede alle aziende internazionali di archiviare i dati a livello locale, ma le aziende hanno sollevato preoccupazioni sulla sua applicabilità territoriale.

La legge sulla protezione dei dati, in vigore dopo un periodo di transizione di un anno, si applicherà non solo alle società con sede in Thailandia, ma anche alle società estere che raccolgono, utilizzano o divulgano dati personali di soggetti in Thailandia, in particolare per pubblicità e “monitoraggio del comportamento. "

I sostenitori delle leggi li hanno salutati come attesi da tempo.

"Le due leggi sono fondamentali per aiutare la Thailandia a stare al passo con i vicini e il mondo", ha affermato Saowanee Suwannacheep, presidente della commissione parlamentare ad hoc che ha lavorato alla legislazione.

Fonte: Reuters

FONTEReuters
Mr. Adam Judd è il comproprietario di TPN media da dicembre 2017. È originario di Washington DC, America, ma ha vissuto anche a Dallas, Sarasota e Portsmouth. Il suo background è nelle vendite al dettaglio, nelle risorse umane e nella gestione delle operazioni e da molti anni scrive di notizie e Thailandia. Vive a Pattaya da oltre otto anni come residente a tempo pieno, è ben noto a livello locale e visita il paese come visitatore abituale da oltre un decennio. Le sue informazioni di contatto complete, comprese le informazioni di contatto dell'ufficio, sono disponibili nella nostra pagina Contattaci di seguito. Per le storie inviare un'e-mail a Pattayanewseditor@gmail.com Chi siamo: https://thepattayanews.com/about-us/ Contattaci: https://thepattayanews.com/contact-us/