Claire Johnson, una donna australiana che ha chiesto assistenza ai social media e al governo australiano dopo un soggiorno di oltre 111 giorni, avrebbe lavorato come scorta in Thailandia.

Bangkok-

Una donna australiana che aveva ritardato il visto di oltre 100 giorni avrebbe dovuto essere rilasciata ed espulsa dalla Thailandia ieri sera. Si ritiene che sia tornata in Australia, anche se i funzionari thailandesi non lo hanno confermato alla stampa.

Claire Amelia Johnson, 46 anni, è nata a Sydney ma ha vissuto di recente sulla Gold Coast. Il capo dell'immigrazione della Thailandia, Surachate Hakparn, aveva detto che la signora Johnson avrebbe dovuto lasciare Bangkok giovedì sera su un volo Qantas previsto per l'arrivo a Sydney venerdì mattina.

Ma non ha preso quel volo e invece è stata riprogrammata per partire alle 6.30:7 di venerdì sera e arrivare a Sydney alle 50:475 di sabato con il volo Thai Airways TGXNUMX.

Il colonnello Thatchapong Sarawanangkul della polizia thailandese, capo del centro di detenzione per immigrati dove è detenuta la signora Johnson, ha dichiarato venerdì mattina che la signora Johnson ha scelto di rimanere in detenzione per un giorno in più.

“Non so perché non ha volato [giovedì sera]. Abbiamo detto quando vuoi volare? Doveva comprare il suo biglietto, lei [ora] ha comprato il suo biglietto. È ancora nel centro di detenzione, in attesa che l'autobus la porti all'aeroporto [più tardi venerdì]”, ha detto.

Venerdì sera sono emerse nuove informazioni che sono state riportate sui social media thailandesi, tuttavia, che riguardavano molti cittadini thailandesi. Un post dal sito web di escort Smoochi sembrava mostrare che la signora Johnson, che ha pubblicamente affermato di lavorare per un'azienda di turismo cosmetico, sarebbe stata una escort durante il suo soggiorno in Thailandia e avrebbe utilizzato i fondi per viaggiare per il mondo. Inoltre, l'azienda di turismo cosmetico per cui lavora è stata cancellata come azienda registrata in Australia più di un anno fa, secondo numerosi resoconti dei media australiani.

Né il governo thailandese né la signora Johnson hanno rilasciato commenti pubblici sulle presunte foto condivise sui social media. Smoochi non ha risposto a una richiesta di commento.

FONTESmoochi
Mr. Adam Judd è il comproprietario di TPN media da dicembre 2017. È originario di Washington DC, America, ma ha vissuto anche a Dallas, Sarasota e Portsmouth. Il suo background è nelle vendite al dettaglio, nelle risorse umane e nella gestione delle operazioni e da molti anni scrive di notizie e Thailandia. Vive a Pattaya da oltre otto anni come residente a tempo pieno, è ben noto a livello locale e visita il paese come visitatore abituale da oltre un decennio. Le sue informazioni di contatto complete, comprese le informazioni di contatto dell'ufficio, sono disponibili nella nostra pagina Contattaci di seguito. Per le storie inviare un'e-mail a Pattayanewseditor@gmail.com Chi siamo: https://thepattayanews.com/about-us/ Contattaci: https://thepattayanews.com/contact-us/