Il turismo indiano dovrebbe aumentare a dieci milioni di visitatori all'anno nei prossimi dieci anni

Il capo dell'Associazione degli agenti di viaggio thailandesi ha affermato di aspettarsi un aumento significativo del turismo dall'India nei prossimi dieci anni.

Entro il 2028 si aspetta 10 milioni di visitatori all'anno dal subcontinente.

Mentre si prevede che l'aumento del turismo cinese rallenti rispetto alle tendenze precedenti, tra dieci anni ci saranno ancora 20 milioni di visitatori da lì.

Ha anche chiesto che i visti gratuiti all'arrivo siano estesi da gennaio a dopo il Songkran e che le condizioni permettano ai turisti di visitare i paesi vicini della Thailandia.

Wichit Prakorpkoson, il capo di ATTA, stava parlando con Thai Rath.

Ha affermato di aspettarsi che il turismo cinese torni alla normalità entro gennaio 2019 dopo la flessione dei quattro mesi precedenti. Si aspetta che le cifre mostreranno 10.5 milioni di visitatori dalla Cina quest'anno tra i 38 milioni di arrivi totali.

Ha affermato che una crescita del 20% del turismo cinese anno dopo anno non è più probabile, ma si aspetta che 11-11.5 milioni di cinesi arrivino nel 2019.

È più probabile che gli aumenti futuri siano compresi tra il 5 e il 10%, il che significa che 20 milioni di cinesi potrebbero arrivare entro dieci anni.

Quello che si aspettava davvero era un'impennata drammatica del turismo indiano che ora ammonta a 1.5 milioni di visitatori. Si aspettava che questo aumentasse del 20% all'anno e raggiungesse 3 milioni di visitatori all'anno tra cinque anni e 10 milioni tra dieci anni.

Il ministro del Turismo e dello sport Weerasak Kowsurat ha rivelato nello stesso articolo che sono state presentate e accolte richieste per un aumento dei voli dall'India agli aeroporti di Phuket e Don Muang.

Sono stati trovati degli slot, ma il parcheggio notturno per l'aereo rimane un problema urgente, ha affermato.

Vuole anche rendere più facile il noleggio di veicoli per i turisti rendendo più facile ottenere licenze temporanee ed eliminando le multe imposte alle persone che noleggiano a chi non ha licenza.

Wichit di ATTA ha affermato che la rinuncia del governo alle tasse per il visto all'arrivo per venti nazioni sta avendo un effetto positivo – questo include i cittadini cinesi che al momento non devono pagare 2,000 baht.

Ha chiesto che lo schema fosse esteso dal 13 gennaio a dopo Songkran ad aprile.

Ha anche chiesto al governo di prendere in considerazione la questione dei permessi di rientro e di estenderli a due mesi per consentire ai visitatori della Thailandia di visitare i paesi vicini con più facilità.

FONTERath tailandese
Mr. Adam Judd è il comproprietario di TPN media da dicembre 2017. È originario di Washington DC, America, ma ha vissuto anche a Dallas, Sarasota e Portsmouth. Il suo background è nelle vendite al dettaglio, nelle risorse umane e nella gestione delle operazioni e da molti anni scrive di notizie e Thailandia. Vive a Pattaya da oltre otto anni come residente a tempo pieno, è ben noto a livello locale e visita il paese come visitatore abituale da oltre un decennio. Le sue informazioni di contatto complete, comprese le informazioni di contatto dell'ufficio, sono disponibili nella nostra pagina Contattaci di seguito. Per le storie inviare un'e-mail a Pattayanewseditor@gmail.com Chi siamo: https://thepattayanews.com/about-us/ Contattaci: https://thepattayanews.com/contact-us/