La popolare "modello" Anastasia Vashukevich si dichiara non colpevole alla corte di Pattaya, afferma che non ha prove direttamente per la collusione Trump / Russia

PATTAYA, Thailandia (AP) - Una modella e scorta dalla Bielorussia che ha fatto scalpore affermando di avere informazioni che collegano l'interferenza russa all'elezione del presidente Donald Trump ha detto lunedì che non ha più le prove e non ne parlerà.

Anastasia Vashukevich, che usa anche il nome Nastya Rybka, si è dichiarata non colpevole delle accuse di adescamento e cospirazione per sollecitare in un'apparizione in tribunale nella località turistica thailandese di Pattaya per prepararsi al processo insieme a sette coimputati. Gli avvocati presenteranno osservazioni legali in un'altra udienza la prossima settimana in cui la corte dovrebbe fissare una data per l'inizio della testimonianza.

Vashukevich, il sedicente guru del sesso russo Alexander Kirillov e altre sei persone sono stati arrestati durante un seminario di formazione sessuale a Pattaya a febbraio e da allora sono in custodia. Tutti gli imputati, che rischiano fino a 10 anni di carcere se condannati, si sono dichiarati non colpevoli.

Vashukevich ha detto all'Associated Press di aver consegnato le registrazioni audio al milionario oligarca russo Oleg Deripaska, le cui conversazioni sull'interferenza elettorale ha affermato di aver registrato. Afferma che ha tutte le informazioni e le rilascerà se ritiene che siano necessarie.

Ha detto di aver fornito servizi di "scorta" a Deripaska, che è vicina al presidente russo Vladimir Putin e che ha legami con Paul Manafort, l'ex manager della campagna di Trump ora processato negli Stati Uniti per riciclaggio di denaro e altre accuse.

Parlando con un giornalista di AP nell'aula del tribunale di Pattaya, Vashukevich ha detto di aver promesso a Deripaska che non avrebbe più parlato sulla questione e che le aveva già promesso qualcosa in cambio per non aver reso pubbliche quelle prove.

"Mi ha già promesso una piccola cosa", ha detto Vashukevich. “Se lo fa allora non ci saranno problemi, ma se non lo fa…” disse con un'alzata di spalle e un sorriso.

Ha anche alzato le spalle e sorriso quando le è stato chiesto se avesse conservato le sue copie delle informazioni che ha registrato, che ha detto comprendevano "un po' di audio, un po' di video".

Alla domanda su cosa mostrasse il materiale, ha detto: "Dovresti chiedere a Deripaska".

Vashukevich ha fatto notizia nel mondo quando è stata detenuta per la prima volta perché ha affermato di avere registrazioni audio di Deripaska che fornivano prove dell'ingerenza russa nelle elezioni statunitensi del 2016.

Ha fatto appello all'America per chiedere aiuto e asilo, tramite una lettera all'ambasciata americana a Bangkok, ma non ha fornito prove delle sue affermazioni. In un'udienza ad aprile, sembrò cambiare alleanza, scusandosi pubblicamente con Deripaska e dicendo che erano gli americani, non i russi, a perseguitarla.

Un giudice del tribunale provinciale di Pattaya ha dichiarato lunedì che se il seminario includeva persone che hanno rapporti sessuali o prevedeva che le persone facessero sesso, sarebbe considerato illegale dalla legge thailandese anche se ci fosse il consenso reciproco.

Kirillov, che ha condotto il seminario in una sala riunioni di un hotel di Pattaya, ha detto al giudice che il seminario insegnava l'arte della seduzione e non includeva il sesso né prendeva accordi per i partner sessuali.

Ha detto che il corso insegnava ai suoi studenti "come impressionare le ragazze" e "come ottenere il numero delle ragazze" e non prevedeva accordi sessuali.

"Non siamo sicuri della legge thailandese, ma in Russia questo non è un procedimento penale", ha detto al giudice.

Il pubblico ministero ha mostrato agli imputati una foto che, secondo lui, mostrava alcuni degli studenti che facevano sesso durante il corso.

La risposta di Kirillov è stata che le foto erano “private” e scattate dopo il seminario in un luogo privato e non facente parte di un couse, quando un gruppo di studenti si è recato in un bar di Pattaya per mettere alla prova le proprie lezioni.

Daremo maggiori informazioni non appena le avremo.

Mr. Adam Judd è il comproprietario di TPN media da dicembre 2017. È originario di Washington DC, America, ma ha vissuto anche a Dallas, Sarasota e Portsmouth. Il suo background è nelle vendite al dettaglio, nelle risorse umane e nella gestione delle operazioni e da molti anni scrive di notizie e Thailandia. Vive a Pattaya da oltre otto anni come residente a tempo pieno, è ben noto a livello locale e visita il paese come visitatore abituale da oltre un decennio. Le sue informazioni di contatto complete, comprese le informazioni di contatto dell'ufficio, sono disponibili nella nostra pagina Contattaci di seguito. Per le storie inviare un'e-mail a Pattayanewseditor@gmail.com Chi siamo: https://thepattayanews.com/about-us/ Contattaci: https://thepattayanews.com/contact-us/