La Thailandia consentirà legalmente il sequestro di asset in criptovaluta

Tailandia-

 

BANGKOK — Un funzionario del governo ha dichiarato mercoledì che sta cercando di consentire alle forze dell'ordine di confiscare la criptovaluta di coloro che sono coinvolti in gravi crimini.

A causa di una scappatoia legale, la polizia non può sequestrare criptovalute da criminali sospettati o condannati perché non sono riconosciute dalla legge in quanto valuta e beni regolari, secondo un rappresentante la cui agenzia ha il compito di sequestrare beni in cause legali.

"Stiamo tenendo riunioni per studiarlo", ha detto mercoledì Rattanawadee Somboon, vice capo del dipartimento di esecuzione legale. “Ora è nell'aria. Non c'è alcun riconoscimento legale”.

Il comandante della polizia narcotici Sommai Kongvisaisuk ha affermato che se i sospetti di droga manterranno la loro ricchezza in bitcoin o altre criptovalute, la sua forza non sarebbe in grado di sequestrarli.

“Siamo solo agenti dello Stato. Non abbiamo il diritto di decidere cosa dicono le leggi”, ha detto il Magg. Gen. Sommai.

L'uso della criptovaluta per attività criminali ha attirato l'attenzione delle autorità thailandesi, soprattutto dopo che il fondatore di quello che all'epoca era il principale mercato mondiale del dark web è stato arrestato a Bangkok a luglio.

Quel mese, gli investigatori thailandesi e statunitensi hanno arrestato Alexander Cazes che ha facilitato il commercio di narcotici, armi da fuoco e merci contraffatte e altro su AlphaBay utilizzando bitcoin. Cazes deteneva almeno 250 milioni di baht in bitcoin quando è stato arrestato. La polizia ha detto che si è ucciso durante la custodia una settimana dopo.

Sommai, che ha guidato l'operazione contro Cazes, ha detto che la sua forza non ha toccato la criptoricchezza accumulata dall'amministratore di AlphaBay a causa delle limitazioni legali. La polizia thailandese ha semplicemente trasferito il caso alle autorità americane, ha detto.

“È troppo lento. Avrebbero dovuto farlo molto tempo fa”, ha detto Sommai riferendosi allo sforzo del Dipartimento di esecuzione legale di modificare la legge.

Ma anche con una legge nelle loro mani, la polizia non sarebbe in grado di sequestrare il denaro digitale dei sospetti senza il loro consenso a causa della natura decentralizzata della valuta, ha avvertito Jirayut Srupsrisopa, un consulente di tecnologie finanziarie.

"Puoi modificare la legge in teoria, ma in pratica hai bisogno di una chiave privata per trasferire bitcoin dal portafoglio di qualcuno", ha detto Jirayut. "E l'unica strada."

In base alla progettazione, non esiste un'autorità centrale che possa cedere l'accesso ai conti in bitcoin o alle dozzine di altre criptovalute come Monero o Ethereum. Qui sta il fascino intrinseco di tali valute – specialmente per scopi illeciti – che non possono essere presi di mira per il sequestro come con le banche tradizionali. Jirayuth ha affermato che la forzatura bruta delle password sui portafogli bitcoin è quasi impossibile.

“La possibilità è così bassa. È come trovare un singolo file in un universo", ha detto Jirayut.

Il governo ha guardato con sospetto alla criptovaluta e ha avvertito il pubblico di occuparsene. A febbraio, la banca centrale ha vietato a tutte le banche commerciali di consentire ai propri clienti di acquistare bitcoin con le carte di credito emesse.

Ma allo stesso tempo, il governo si sta muovendo per legiferare sulla regolamentazione del trading di criptovalute e tassarlo. La banca centrale ha anche espresso interesse a portare la tecnologia blockchain nella sua piega.

Mr. Adam Judd è il comproprietario di TPN media da dicembre 2017. È originario di Washington DC, America, ma ha vissuto anche a Dallas, Sarasota e Portsmouth. Il suo background è nelle vendite al dettaglio, nelle risorse umane e nella gestione delle operazioni e da molti anni scrive di notizie e Thailandia. Vive a Pattaya da oltre otto anni come residente a tempo pieno, è ben noto a livello locale e visita il paese come visitatore abituale da oltre un decennio. Le sue informazioni di contatto complete, comprese le informazioni di contatto dell'ufficio, sono disponibili nella nostra pagina Contattaci di seguito. Per le storie inviare un'e-mail a Pattayanewseditor@gmail.com Chi siamo: https://thepattayanews.com/about-us/ Contattaci: https://thepattayanews.com/contact-us/