Chi è l'"agente della polizia" francese che estorce la personalità di Pattaya Danny Mac?

Pattaya-

Di recente nelle notizie in Thailandia è stato il popolare personaggio televisivo di Youtube, Facebook e Pattaya Danny Mac che ha espresso un'opinione negativa durante una corsa in taxi fino al suo appartamento in cui si sentiva sovraccaricato (E in cui il pubblico e la polizia si erano schierati con lui, risultando in un 1000 baht per il tassista). Tuttavia, questa non è la storia di cui stiamo parlando oggi.

Danny Mac, nome completo di Daniel Lee Mckee che parla correntemente il tailandese ed è residente a Pattaya da molto tempo con un permesso di lavoro legale e che ha oltre 80,000 follower su Facebook, un noto canale Youtube per insegnare l'inglese ai thailandesi ed è un conduttore della televisione di Pattaya è stato inviato un'e-mail minacciosa da Thierry Peronon, cittadino francese, che afferma di essere un membro del Dipartimento di investigazioni speciali della polizia thailandese in possesso di badge.

L'e-mail è qui sotto.

Il mittente, che ha il nome di Mr. Pernon, afferma di essere amico del tassista, Thong, dicendo che ha sofferto a causa del video. Continua affermando che il mittente è stato determinante nell'arresto di Anastasia Vasukevich nel famigerato caso di "istruttrice di sesso" a Pattaya dicendo che rischia 10 anni di prigione. (Il signor Pernon, nella foto sopra, è stato effettivamente visto sullo sfondo dell'arresto della signora Vasukevich e del recente raid al Tulip Hotel.)

Il mittente afferma di avere un badge reale e connessioni DSI e CSD. Entrambi sono dipartimenti speciali di polizia investigativa.

A marzo il Dipartimento per le indagini speciali con sede a Bangkok ha dichiarato che stavano indagando su Perenon con il capo del DSI Korrawat Panprapakorn affermando che il francese si era travisato e non era corretto quando avrebbe minacciato il direttore della rivista Khaosod English News per un articolo sul caso degli istruttori sessuali che è stato anche segnalato ai media in generale.

Secondo il capo, Perenon non era un ufficiale giurato. Faceva parte di un gruppo di volontari che inviava suggerimenti sulle attività di bande straniere e non era un ufficiale titolare di badge e non aveva autorità.

All'epoca la pagina Facebook di Perenon conteneva una sua foto apparentemente nell'uniforme di un agente di polizia thailandese.

La sua pagina Facebook è ora priva di dettagli sebbene contenga ancora le foto dei suoi amici: la grande maggioranza di loro sembra essere agenti di polizia o donne.

Insolitamente per uno straniero non ci sono praticamente non thailandesi sulla sua pagina Facebook. I tentativi di inviargli messaggi privati ​​e contattarlo per un'intervista sia sul suo account Facebook che su Gmail non hanno avuto successo in questo momento.

Si dice che abbia vissuto a Marsiglia e Pattaya e si dice che ora lavori per RTP e DSI News e viva a Pattaya.

L'e-mail afferma che il signor McKee sta violando la legge thailandese e non ha un permesso di lavoro. (Il che, come affermato sopra, non è vero e il signor Mckee ha fornito il suo status legale e il permesso di lavoro per la revisione.) e richiede 200,000 baht di risarcimento.

Poi arriva quella che può essere interpretata come un'ulteriore minaccia: "Quando qualcuno riprende un video con un telefono, vedi cosa gli succede".

Sono date tre opzioni per il pagamento dei 200,000 con il nome di "Jirawan Bootjan" con sede a Bangkok menzionato nelle coordinate bancarie. Le ricerche del signor Bootjan sui social media si sono finora rivelate inconcludenti.

Il signor McKee ha detto in un video che si sentiva a disagio per tutto questo e si sentiva in pericolo, motivo per cui è andato alla polizia e ha intentato una causa sulla lettera e ha chiesto ai media locali, come noi, di coprire la situazione.

La scorsa settimana il tassista Thongkham Sakaew, 50 anni, è stato arrestato ed è apparso sui media thailandesi in lacrime dicendo che era sempre stato un buon guidatore.

Nel video è stato mostrato mentre chiamava il suo passeggero cattivo. Si diceva che inizialmente si fosse rifiutato di accendere il tassametro e poi fosse riluttante a restituire 75 baht in cambio dopo il viaggio perché voleva una mancia.

Lo YouTuber ha spiegato in un fluente tailandese cosa era trapelato dal suo punto di vista.

Il dipartimento di polizia di Pattaya ha detto che prenderà sul serio le accuse e il signor Mckee ha invitato il signor Perenon a parlare con lui di persona della situazione.

Forniremo ulteriori aggiornamenti non appena li avremo.

Mr. Adam Judd è il comproprietario di TPN media da dicembre 2017. È originario di Washington DC, America, ma ha vissuto anche a Dallas, Sarasota e Portsmouth. Il suo background è nelle vendite al dettaglio, nelle risorse umane e nella gestione delle operazioni e da molti anni scrive di notizie e Thailandia. Vive a Pattaya da oltre otto anni come residente a tempo pieno, è ben noto a livello locale e visita il paese come visitatore abituale da oltre un decennio. Le sue informazioni di contatto complete, comprese le informazioni di contatto dell'ufficio, sono disponibili nella nostra pagina Contattaci di seguito. Per le storie inviare un'e-mail a Pattayanewseditor@gmail.com Chi siamo: https://thepattayanews.com/about-us/ Contattaci: https://thepattayanews.com/contact-us/